menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concerto di beneficenza “Claudio Sgura & Friends”, raccolti oltre mille euro

Saranno destinati alla Fondazione “Il cerchio della vita”, che allevia le sofferenze dei malati oncologici

OSTUNI - È stata una serata indimenticabile quella trascorsa lunedì 26 marzo, in compagnia di “Claudio Sgura & Friends”. Il baritono ostunese, adorato dai suoi concittadini, ha deliziato il pubblico che ha letteralmente invaso la Basilica minore – Concattedrale per ascoltare la sua inconfondibile voce. Artista dotato di un’espressività smisurata, Claudio Sgura dà ancora una volta conferma dell’infinita sensibilità umana che lo anima. Supportato dalla sua compagna di vita, la mezzosoprano Floriana Longo; dalla soprano Luisella Di Pietro; dal tenore Leonardo Gramegna; dal Maestro Fabio Orlando e dalla Giovane Orchestra Jonica, Claudio Sgura ha regalato al pubblico della sua amata Ostuni grandi emozioni, interpretando brani classici e moderni che sono inni alla vita e alla fede cristiana.

Svariate le famose declinazioni dell’Ave Maria, intervallate da composizioni struggenti come “La via dei Martiri”, “La Vergine degli Angeli”, “Lode all’Altissimo”, “The Prayer” e “Jesus Christ is my life”, che hanno portato al compimento un piccolo miracolo terreno: la raccolta fondi a favore della Fondazione “Il Cerchio della Vita”. Dedicata alla memoria di Tiziana Semerano, giovanissima ostunese strappata prematuramente alla vita e all’affetto di familiari e amici, l’associazione si occupa di dare cure mediche e conforto umano alle persone che lottano contro il cancro. La Fondazione, a favore della quale è andata la somma di 1127 euro, persegue esclusivamente fini di solidarietà sociale e opera nell’ambito dell'assistenza sociosanitaria, finanziando la propria attività attraverso la realizzazione di progetti trasversali.

«Posso dire di aver avuto conferma della sconfinata cifra artistica e spirituale sia di Claudio Sgura, che degli altri interpreti – dichiara Antonella Turco, organizzatrice dell’evento – di cui mi ha colpito la grande umiltà. Sono felicissima di aver fatto parte di una squadra meravigliosa, che ha lavorato incessantemente per offrire al pubblico delle emozioni che rimarranno indelebili nella memoria collettiva ostunese. Sento il dovere di ringraziare l’assessore Carparelli assieme all’amministrazione tutta, che ha affiancato l’organizzazione con estrema disponibilità ed eleganza. Claudio aveva da tempo il desiderio di esibirsi nuovamente per i suoi concittadini, e assieme abbiamo valutato l’opportunità di devolvere il ricavato in beneficenza. La Fondazione Tiziana Semerano “Il cerchio della vita” è sembrata a entrambi, senza nulla togliere alle altre meritevoli associazioni ostunesi, la realtà in cui far convergere le energie profuse e il ricavato dell’evento. Così è stato e posso affermare, anche a nome di Claudio, che siamo pienamente soddisfatti della riuscita del concerto».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento