Cronaca

Tensioni tra sindacati e comandante: vigili del fuoco verso lo sciopero

Sale alle stelle la tensione tra i sindacati dei vigili del fuoco e l’attuale comandante provinciale, e arriva il preavviso di sciopero firmato da Fns Cisl, Uil Vvf, Conapo e Usb Vvf. Nei giorni scorsi è fallito il tentativo di conciliazione davanti al direttore regionale Salvatore Spanò

BRINDISI – Sale alle stelle la tensione tra i sindacati dei vigili del fuoco e l’attuale comandante provinciale, e arriva il preavviso di sciopero firmato da Fns Cisl, Uil Vvf, Conapo e Usb Vvf. Nei giorni scorsi è fallito il tentativo di conciliazione davanti al direttore regionale Salvatore Spanò nel corso del quale, secondo quanto dichiarano le quattro sigle sindacali in una nota, lo stesso “ha affermato chiaramente di non condividere gli atti posti in essere dal dirigente provinciale di Brindisi, poiché gli stessi sono stati adottati senza che vi fossero ragioni di opportunità, arrivando a definire tale operato precipitoso e non coerente”.

vigile del fuoco spegne un incendo sul norman atlantic-2“Pertanto, a seguito della mancata ricomposizione della vertenza in atto, preannunciamo lo sciopero provinciale della categoria ed ulteriori forme di protesta ritenute opportune e, in funzione della gravità e dell’urgenza che caratterizzano la situazione – annunciano i sindacati -, in ordine all’efficienza del sistema di soccorso pubblico della nostra città, ed alla sicurezza degli operatori, chiedono al Prefetto di Brindisi un incontro immediato”.

L’attacco delle quattro organizzazioni sindacali di categoria che rappresentano l’80 per cento del personale in servizio a Brindisi (manca solo la Cgil), è deciso: “Sotto organico e mal retribuiti (ataviche problematiche nazionali) i pompieri locali sono anche demotivati a causa del malumore che si respira nel comando dove l’attuale dirigente, dott. ing. Michele Angiuli, continua imperterrito la sua ingiustificata azione vessatoria nei confronti del personale, intento palesemente a dare la caccia ai fantasmi e totalmente disattento  rispetto ai problemi, del soccorso”.

La fase cruciale dell'intervento dei pompieriUna questione che certamente, data la gravità del livello cui sono giunte le relazioni sindacali, sarà affrontata quanto prima dal nuovo prefetto Annunziato Vardè. Il ruolo dei vigili del fuoco a Brindisi è strategico, data la presenza in città di ben cinque impianti produttivi ad alto rischio di incidente industriale, dell’entità del traffico combustibili nel porto, dell’aeroporto, quindi di due specifici distaccamenti, oltre al comando provinciale e ai due distaccamenti di Francavilla Fontana e Ostuni.

Questo sistema sarebbe oggi in discussione, affermano i sindacati: “L’emanazione da parte del dirigente di una serie di provvedimenti interni inutili e delegittimanti per il personale, ha contribuito ad esacerbare un clima di tensione e di grave disagio psicologico già portato oltre il livello di guardia fin dall’insediamento dello stesso dirigente, e che ha indotto i sindacati ad indire lo stato d’agitazione”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tensioni tra sindacati e comandante: vigili del fuoco verso lo sciopero

BrindisiReport è in caricamento