rotate-mobile
Cronaca

Consiglio comunale anticipato al 17

BRINDISI - Prima doveva essere il 23, poi il 19, ora il 17, e qualcuno nella maggioranza fa gli scongiuri. Il sindaco Mimmo Consales, su richiesta del consigliere comunale Mauro D'Attis, che il 19 sarà impegnato a Bruxelles per i suoi nuovi impegni istituzionali (è stato nominato membro del Comitato delle Regioni), ha anticipato la prima seduta dell'assise a martedì prossimo, con inizio alle ore 17.

BRINDISI - Prima doveva essere il 23, poi il 19, ora il 17, e qualcuno nella maggioranza fa gli scongiuri. Il sindaco Mimmo Consales, su richiesta del consigliere comunale Mauro D'Attis, che il 19 sarà impegnato a Bruxelles per i suoi nuovi impegni istituzionali (è stato nominato membro del Comitato delle Regioni), ha anticipato la prima seduta dell'assise a martedì prossimo, con inizio alle ore 17.

Sette gli argomenti all'ordine del giorno: convalida degli eletti; giuramento del primo cittadino; nomina della commissione elettorale comunale per il prossimo quinquennio; presentazione delle linee programmatiche del sindaco; definizione degli indirizzi per la nomina e la designazione dei rappresentanti del Comune presso enti, aziende partecipate e istituzioni; nomina del presidente e del vicepresidente del consiglio comunale.

Consales parte con una maggioranza che sulla carta può contare su 19 consiglieri contro i 13 della minoranza, ma la consistenza della coalizione è già tutta da verificare, posto che il gruppo che fa capo ad Impegno Sociale di Carmelo Palazzo (rimasto fuori dall'esecutivo) ha già manifestato severe critiche contro l'operato del primo cittadino, che ha preferito fare entrare in giunta una esponente di Sel.

Già nella prima riunione dei consiglieri di maggioranza, uno dei due rappresentanti di Impegno sociale, Giampaolo D'Onofrio, ha abbandonato la riunione dopo aver detto: «Io non vi riconosco». Resta da capire quale sarà il suo comportamento in aula, così come quello dell'altro consigliere che fa capo a Palazzo, Antonio Manfreda. Se dovessero dichiararsi entrambi fuori dalla maggioranza, saremo già sul 17-15.

Resta l'incognita del repubblicano Francesco Renna, in rotta con il suo partito che gli ha negato l'assessorato, mentre tra i consiglieri critici (ma non in odore di contrapposizione netta) ci sarebbe anche Antonio Monetti del PD, che aspirava a diventare presidente del consiglio comunale, carica che andrà invece al secondo più suffragato della lista (dopo Luperti, entrato in giunta), Luciano Loiacono.

Qualche altro giorno d'attesa, e finalmente Consales potrà capire su che numeri può contare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Consiglio comunale anticipato al 17

BrindisiReport è in caricamento