menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Controlli anti movida: sospesa l'attività di un locale, decine di multe

Servizio straordinario di controllo del territorio nei luoghi di ritrovo notturni da parte dei carabinieri della compagnia di San Vito

SAN VITO DEI NORMANNI – Multa da 6.400 euro e sospensione dell’attività di un locale, 21 contravvenzioni al codice della strada e 10 perquisizioni. Questo il bilancio di un servizio straordinario di controllo del territorio nei luoghi e nelle ore della movida effettuato lo scorso fine settimana (sabato 11-domenica 12 agosto) dai carabinieri della compagnia di San Vito dei Normanni, con l’obiettivo di prevenire e reprimere i reati contro la persona e il patrimonio. I militari hanno inoltre provveduto al controllo della circolazione stradale sulle arterie interessate da maggior traffico per prevenire e reprimere condotte di guida che mettono in pericolo l’incolumità delle persone. 

Il servizio è stato attuato congiuntamente ai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Brindisi e del Nucleo Antisofisticazioni e Sanità di Taranto e ha riguardato anche il controllo di alcuni locali di intrattenimento ed è a garanzia della serenità dei cittadini che si ritrovano in queste calde sere d’estate nei luoghi di aggregazione del centro. Nell’ambito delle verifiche si è proceduto alla sospensione dell’attività ed a irrogare la sanzione pecuniaria di 6.400 euro ad un locale poiché carente di cartellonistica di divieto antifumo, nonché inosservante dei requisiti igienico strutturali ed in quanto due lavoratori dei cinque occupati non sono risultati assunti.

Il dispositivo non ha comunque trascurato nemmeno le zone periferiche della città e le contrade rurali. Nel complesso, i carabinieri hanno eseguito 10 perquisizioni personali, identificato 135 persone e controllato 59 autoveicoli. Inflitte inoltre 21 contravvenzioni al codice della strada, privilegiando quelle violazioni che concretizzano pericolo per gli stessi conduttori mettendo a repentaglio l’incolumità pubblica, di cui due per rumori molesti alla guida di autoveicolo, elevata a un giovane che faceva stridere le gomme della sua auto con improvvise e brusche accelerazioni, cinque per guida senza cintura, una per guida senza patente, una senza assicurazione, una senza casco e una per circolazione con veicolo sottoposto a sequestro

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento