Controlli della polizia: trovate Mercedes e Giulietta rubate

Sequestrato anche un veicolo sprovvisto di assicurazione e revisione. Controlli in circoli creativi. È questo il bilancio di un servizio di controllo del territorio

MESAGNE – Due auto rubate ritrovate, un veicolo sprovvisto di assicurazione e revisione sequestrato, controlli in circoli creativi. È questo il bilancio di un servizio di controllo del territorio effettuato dai poliziotti del Commissariato di Mesagne, diretto dal vice questore aggiunto Vincenzo Maruzzella, nei giorni scorsi.

Nella tarda mattinata di giovedì in contrada “Malvindi”, è stata trovata Mercedes. Gli accertamenti sul telaio hanno consentito di appurare che la vettura, di recentissima immatricolazione, era stata rubata pochi giorni prima in provincia di Lecce e denunciata solo oralmente presso una stazione carabinieri. Il proprietario di 35 anni, contattato tramite la sala operativa del Commissariato, ha provveduto a recuperare la macchina, nel frattempo depredata di molte parti.

L’altra vettura, invece, è stata trovata venerdì scorso nel centro abitato durante il controllo di auto parcheggiate svolto con l’ausilio del sistema “Mercurio” di cui sono dotate le Volanti. Si tratta di un’Alfa Romeo Giulietta: era stata rubata nel capoluogo diversi giorni prima e regolarmente denunciata dalla proprietaria. Anche in questo caso l’auto è stata consegnata al legittimo proprietario.

Sabato, invece, mattina durante un controllo è stata fermata un’auto condotta da un giovane del posto noto agli agenti. L’auto risultava sprovvista di assicurazione e non in regola con la revisione per cui è stata sequestrata e affidata a un custode giudiziario, multato il conducente.

Controllati due circoli ricreativi: in uno è stato trovato un cittadino italiano di origine magrebina in evidente stato di ubriachezza e con diversi precedenti a suo carico in compagnia di altre persone pure con precedenti a carico, tutti residenti in zona.

Domenica pomeriggio un ulteriore controllo ad altro circolo ricreativo ha permesso di identificare al suo interno diverse persone note per avere precedenti di polizia. Sono in corso accertamenti amministrativi per verificare la posizione dei gestori, le licenze e altre autorizzazioni in materia di somministrazione di alimenti e bevande.

            

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carabiniere contromano, un morto e due feriti: arrestato

  • Cattivi odori dalla lavatrice: alcuni rimedi naturali per eliminarli

  • Incidente mortale sulla superstrada: lunedì i funerali del dipendente comunale

  • Falso allarme bomba: tribunale di Brindisi evacuato per due ore

  • Violento scontro fra auto e scooter a Brindisi: grave un 15enne

  • Temporali e scirocco: allerta meteo gialla per Brindisi e Salento

Torna su
BrindisiReport è in caricamento