rotate-mobile
Mercoledì, 29 Maggio 2024
Cronaca Latiano

Cromatika ti cambia la stazione

LATIANO – Si terrà venerdì 26 Agosto, la seconda edizione della grande festa dei writers, “Cromatika – La linea dei colori” presso lo spazio antistante la stazione di Latiano. L’evento è organizzato dall’Associazione culturale Civico 73. Obiettivo, cambiare i connotati alla stazione ferroviaria della cittadina con un concorso di writers ed il permesso delle Ferrovie dello Stato.

LATIANO Si terrà venerdì 26 Agosto, la seconda edizione della grande festa dei writers, “Cromatika – La linea dei colori” presso lo spazio antistante la stazione di Latiano. L’evento è organizzato dall’Associazione culturale Civico 73. Obiettivo, cambiare i connotati alla stazione ferroviaria della cittadina con un concorso di writers ed il permesso delle Ferrovie dello Stato.

La nuova edizione è organizzata in collaborazione con il Caffè Mirò e pizzeria le Colonne e con il patrocinio della Città di Latiano e delle Ferrovie dello Stato, media partner Idea Radio e You Color e si svolgerà a partire dalle 10 fino a tarda notte. Tra graffiti e cambiamento, colorare e migliorare gli spazi della città, questo è lo scopo della manifestazione.

Cromatika, non si  propone solo come un evento che si svolge lungo una giornata intera e limitato al solo momento di intrattenimento, ma offre molto di più. L’evento racchiude varie forme artistiche, musica, pittura, fotografia, ballo, giocoleria  e soprattutto la tecnica del writing, rappresenta un’occasione di incontro e di scambio tra gente diversa, varie associazioni culturali, sportive e di volontariato, un’occasione per l’intera città e cittadinanza di pensare e riprogettare insieme alcuni spazi e zone della città e un opera di riqualificazione duratura di queste mediante il colore e l’arte.

Per questa edizione c’è una grande novità. L’Associazione Civico 73 ha ottenuto dalle Ferrovie dello Stato- Direzione territoriale Regionale piena collaborazione, patrocinio e un adesione entusiasta all’iniziativa – si legge nel comunicato stampa dell’Associazione - per la decorazione dell’intero fabbricato stazione viaggiatori della stazione di Latiano. Una cosa non di poco conto, si potrà considerare la stazione di Latiano a decorazione completata, la prima in Puglia, una delle prime stazioni ferroviarie in Italia a essere non più bersaglio indiscriminato di atti di vandalismo e scritte oscene ma bensì la cornice, sfondo e contenitore di pezzi d’ arte e maestria.

Oltre al fabbricato stazione la decorazione continuerà su una parte di muro che costeggia tutta la ferrovia in direzione macello vecchio. Tra gli artisti invitati a decorare tale superficie si possono annoverare svariati nomi illustri tra gli addetti ai lavori da tutta la Puglia e non solo. Grandi ospiti di questa edizione saranno: Mr. Wany, all’anagrafe Andrea Sergio, uno dei nomi di riferimento della scena writing Italiana ed Europea, e l’artista latianese Carmelo Conte che per Cromatika lascerà scalpello e pennello e si cimenterà con la tecnica del graffito.

Tra le attrattive di questa edizione tanta musica live con Mezzatesta&Soci e altre band emergenti, un ricco concorso fotografico organizzato in collaborazione con l’Associazione Lamé, un’emozionante torneo di street basket 3vs 3, spettacoli di mangia fuoco, di giocoleria e magia con il gruppo dei Ludikantes direttamente dall’Umbria Jazz, per i bambini il Mago Nicholas, un nutrito mercatino dell’artigianato e stands per le associazioni di volontariato, spettacolo pirotecnico, un grande contest di break dance con i migliori ballerini di tutta la Puglia, una sessione di body painting a cura dello staff dello studio Linox Tattoo e tante altre sorprese.

Cromatika è un progetto giovane, solo alla seconda edizione, ma se sarà continuato negli anni,  a nostro modo di vedere potrà far divenire questo semplice muro un vero e proprio museo “en plain air” da inserire e valorizzare tra le altre attrattive della cittadina. Infatti negli ultimi anni i “graffiti”,come vengono comunemente chiamati dai non addetti ai lavori, sono usciti dall’anonimato e dalla clandestinità per divenire una vera e propria forma d’arte sempre più riconosciuta a livello accademico, richiesta, protetta e finanziata da tante amministrazioni comunali come intervento estetico, decorativo e di recupero urbano.

“Nel nostro progetto – spiegano dall’Associazione Civico 73 - tentiamo di  far divenire questo muro un punto di incontro tra i cittadini, i giovani e le associazioni. Una reale occasione di crescita culturale e sociale per tutti i partecipanti e il pubblico.

Uno spazio nel quale i giovani di tutta la Puglia e non solo troveranno la possibilità di esprimere le loro potenzialità artistiche e le loro necessità di integrazione e di condivisione lasciando una traccia indelebile e duratura alla cittadinanza, un muro pieno di colori e pezzi di arte al posto del grigio e dello sporco”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cromatika ti cambia la stazione

BrindisiReport è in caricamento