Cronaca Latiano

"Datemi i soldi o vi brucio vivi": estorsione ai genitori, arrestato un giovane

Emessa un'ordinanza di custodia cautelare a carico di un 25enne che in tre anni avrebbe estorto circa 7mila euro ai genitori, tramite minacce e intimidazioni. In alcune occasioni li avrebbe percossi e avrebbe danneggiato i mobili

LATIANO – Per tre anni ha estorto somme di denaro ai genitori, per un ammontare complessivo di circa 7mila euro, tramite percosse e minacce di morte. Un 25enne nato e cresciuto a Copertino (Lecce), ospitato da tempo presso una comunità riabilitativa di Latiano, è stato arrestato per i reati di maltrattamenti in famiglia aggravati ed estorsione continuata, in esecuzione di un’ordinanza emessa dal gip del tribunale di Lecce, su richiesta della locale Procura. L’arresto è stato eseguito dai carabinieri della stazione di Latiano. Gli stessi hanno condotto le indagini, a seguito di una denuncia sporta nel 2018 dal padre e la madre dell’indagato, ormai esasperati dal comportamento del figlio.

Fra il 2015 e il 2018, infatti, il giovane, spesso in stato di alterazione psicofisica dovuta all’abuso di sostanze alcoliche e stupefacenti, ha causato grosse sofferenze ai genitori, facendoli sprofondare in un incubo. 

Da quanto appurato dai militari, in varie circostanze li ha percossi e minacciati di morte per costringerli a soddisfare le sue richieste estorsive di denaro. In alcune occasioni ha danneggiato tutti i mobili e le suppellettili della sua camera da letto e gli accessori del bagno. In particolare nel gennaio 2018 ha costretto il padre, sotto la minaccia di morte di incendiargli la casa e l’autovettura, a farsi consegnare una cospicua somma ammontante a diverse centinaia di euro altrimenti gli avrebbe bruciato la casa e l’autovettura. 

Nel mese di giugno 2018 ha esteso le minacce anche nei confronti della madre, talvolta brandendo un’ascia, o un martello o un coltello. In altre circostanze ha percosso sia il padre che la madre procurando alla donna lesioni al volto. Una delle recenti minacce è consistita nel richiedere insistentemente ai congiunti l’accredito di somme di denaro, altrimenti avrebbe li avrebbe bruciato vivi. 

L’arrestato, dopo la notifica del provvedimento e al termine dell’espletamento delle formalità di rito, è stato condotto presso una struttura custodiale indicata dall’autorità giudiziaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Datemi i soldi o vi brucio vivi": estorsione ai genitori, arrestato un giovane

BrindisiReport è in caricamento