rotate-mobile
Mercoledì, 19 Giugno 2024
Cronaca

Denuncia il figlio per maltrattamenti ed estorsione: brindisino in carcere

Ordinanza di arresto a carico di A.C, 40 anni, residente del capoluogo, eseguita dagli agenti della sezione Volanti: l'uomo era stato già arrestato lo scorso mese di gennaio con identiche accuse

BRINDISI - Violenza fisica e psicologica alla madre, anziana, per ottenere denaro e i pochi gioielli di famiglia, poi messi in vendita: con l'accusa di maltrattamenti ripetuti ai danni della donna e tentata estorsione, è stato arrestato un brindisino di 40 anni, A.S, già finito in carcere per le stesse ragioni lo scorso mese di gennaio e successivamente rimesso in libertà. Anche questa volta, è stata la pensionata a denunciare il figlio, unica strada da seguire per mettere fine a un periodo di tempo vissuto come un incubo.

Questa mattina, l'indagato è stato nuovamente arrestato dagli agenti della sezione Volanti, in esecuzione di un'ordinanza di custodia cautelare in carcere firmata dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Brindisi, Maurizio Saso, secondo il quale non solo sono "gravi" gli "indizi di colpevolezza" raccolti dai poliziotti diretti dal vice questore aggiunto Alberto D'Alessandro, ma è concreto e attuale il pericolo di reiterazione del reato. Per questi motivi, il gip ha accolto la richiesta del pubblico ministero. 

L'anziana madre, stando a quanto è riportato nel provvedimento di arresto, ha continuato negli ultimi mesi a subire una serie di violenze per ottenere somme di denaro e ha trovato la forza e il coraggio di denunciare il figlio ancora una volta, presentandosi negli uffici della questura. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denuncia il figlio per maltrattamenti ed estorsione: brindisino in carcere

BrindisiReport è in caricamento