menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, due arresti

Un 43enne della provincia di Taranto e un 50enne di San Vito dei Normanni sono stati arrestati dai carabinieri in due distinti interventi tesi a contrastare il traffico di stupefacenti

Un 43enne della provincia di Taranto e un 50enne di San Vito dei Normanni sono stati arrestati dai carabinieri in due distinti interventi tesi a contrastare il traffico di stupefacenti.

I carabinieri della stazione di Latiano hanno arrestato in flagranza di reato di detenzione al fine di spaccio di stupefacente un 43enne originario della provincia di Taranto che attualmente è sottoposto all’affidamento in prova ai Servizi sociali poiché deve espiare la pena di 2 anni di reclusione per falsa testimonianza. L’uomo alla vista dei militari ha tentato di disfarsi di un involucro contenente 3,5 grammi di eroina lanciandola in strada che è stata sottoposta a sequestro. Tra l’altro in quanto gravato da misura alternativa alla detenzione, non poteva allontanarsi dalla provincia di residenza senza l’autorizzazione del Magistrato di Sorveglianza. Espletate le formalità di rito l’arrestato è stato liberato ai sensi dell’art.121 delle norme di attuazione del codice di procedura penale.

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di San Vito dei Normanni hanno arrestato a Mesagne in flagranza di reato per detenzione al fine di spaccio di stupefacente Enzo Molfetta, 50enne originario della provincia di Taranto domiciliato a Mesagne. L’uomo nell’ambito di un controllo alla circolazione stradale è stato tradito dal forte odore di marijuana che fuoriuasciva dall’auto sulla quale era alla guida, pertanto sottoposto a perquisizione personale gli è stato rinvenuto un grammo di stupefacente che teneva nel giubbino.

La particolare intensità dell’odore di marijuana presupposto che la vettura avesse trasportato un quantitativo maggiore di stupefacente ha spinto i militari ad effettuare una perquisizione nel domicilio dell’uomo. Sono stati rinvenuti 14 grammi in un a busta in sala da pranzo e 255 grammi sempre di marijuana all’interno di una credenza occultati in 6 vasetti in vetro. L’arrestato espletate le formalità di rito è stato condotto nella casa circondariale di Brindisi a disposizione dell’Autorità giudiziaria.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Emergenza Covid-19

    Covid, Puglia: pressione ancora alta sugli ospedali, altri 39 decessi

  • Attualità

    Donne e politica: "Un mondo ancora pieno di pregiudizi"

  • Sport

    Palaeventi: Comune di Brindisi - New Arena all’atto finale

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento