rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Discariche abusive sui lotti per le imprese, la Finanza squestra tutto, il Pdl attacca la giunta

TORRE SANTA SUSANNA – Sottoposti a sequestro dalla Guardia di finanza alcuni terreni nella zona industriale del paese trasformati in discariche abusive. Terreni già assegnati, sui quali ancora non è stato realizzato nulla, trasformati da ignoti in discariche di materiali di risulta e oggetti vari. I proprietari di tali terreni lo scorso novembre avevano presentato denuncia ai carabinieri per lo scempio che stava avvenendo. Questa mattina c’è stato il sequestro. E subito dopo Tiberio Saccomanno, capogruppo del Pdl in consiglio comunale, ha inviato una nota polemica nei confronti dell’amministrazione comunale.

TORRE SANTA SUSANNA - Sottoposti a sequestro dalla Guardia di finanza alcuni terreni nella zona industriale del paese trasformati in discariche abusive. Terreni già assegnati, sui quali ancora non è stato realizzato nulla, trasformati da ignoti in discariche di materiali di risulta e oggetti vari. I proprietari di tali terreni lo scorso novembre avevano presentato denuncia ai carabinieri per lo scempio che stava avvenendo. Questa mattina c'è stato il sequestro. E subito dopo Tiberio Saccomanno, capogruppo del Pdl in consiglio comunale, ha inviato una nota polemica nei confronti dell'amministrazione comunale.

"Denuncio a gran voce l'inerzia e l'indifferenza totale della amministrazione comunale di Torre Santa Susanna - si legge nella nota - ed in particolar modo del sindaco nei confronti dei problemi concreti che riguardano l'economia della cittadina. E' quanto mai vergognoso che si assista immobili e incapaci davanti al sequestro dei lotti della zona industriale destinata ai privati cittadini, che hanno investito con proprie risorse per realizzare attività economica e produrre posti di lavoro per il nostro territorio. Tanti sacrifici e ingenti finanziamenti che impegnano i nostri piccoli imprenditori e le loro famiglie per diversi anni. Chiedo all'illustrissimo sindaco che cosa ha fatto per aiutare questi imprenditori?".

Saccomanno scarica sulla nuova amministrazione comunale anche il peso delle soluzioni: "Chi si assumerà l'onere della bonifica di questo scempio che avviene certamente a danno dell'ambiente, ma che ricade soprattutto sulle spalle di chi si indebita per investire e oggi dovrà pure sopportarne i costi? Perché l'amministrazione non si è impegnata a destinare i fondi dell'ecotassa che arrivano dalla Regione e che sono destinati alla bonifica di zone degradate e compromesse per ripulire questi lotti della zona industriale, invece di andare a ripulire cave sperdute e lontane dal paese che, pur se compromesse, penso che siano meno importanti rispetto a queste necessità? E mi spieghi ora cosa farà il nostro Sindaco per risolvere questa situazione, avrà il coraggio di chiederne il dissequestro, impegnandosi, almeno in parte, a provvedere al costo della bonifica? Solo in questo modo uno dei tanti proprietari dei lotti malcapitati, che si accingeva ad iniziare i lavori dopo aver avuto l'assenso di un prestito bancario, potrà costruire, e nello stesso tempo si potranno aiutare tutti gli altri imprenditori che hanno avuto l'onore di poter investire nel proprio territorio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discariche abusive sui lotti per le imprese, la Finanza squestra tutto, il Pdl attacca la giunta

BrindisiReport è in caricamento