Cronaca

Divorzio in Comune e senza avvocati: pure Brindisi si adegua alla nuova legge

Anche il Comune di Brindisi ha adottato la delibera di applicazione della legge che codifica l'istituto dell'accordo di separazione o di divorzio davanti a un ufficiale di stato civile dell'amministrazione comunale, anche senza l'assistenza legale, a condizione che, in aggiunta ai presupposti previsti dalla legge 898/1970, non vi siano figli minori o portatori di handicap

BRINDISI – Anche il Comune di Brindisi ha adottato la delibera di applicazione della legge, la 162 del 10 novembre 2014, che codifica l’istituto dell’accordo di separazione o di divorzio davanti a un ufficiale di stato civile dell’amministrazione comunale, anche senza l’assistenza legale, a condizione che, in aggiunta ai presupposti previsti dalla legge 898/1970,  non vi siano  figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti e che l’accordo non contenga patti di trasferimento patrimoniale.

Tale procedura è disciplinata dall’articolo 12 della normativa in questione. Questo stabilisce inoltre che le parti, all’atto della conclusione dell’accordo, devono versare al Comune un diritto fisso pari a 16 euro: somma equivalente all'imposta di bollo prevista per le pubblicazioni di matrimonio.

La delibera della giunta recepisce anche la parte della normativa che stabilisce una sanzione pecuniaria compresa fra i 2mila e 10mila euro a carico degli avvocati che, in caso di ricorso all’istituto della “procedura di negoziazione assistita da uno o più avvocati”, non notificano al Comune una copia autenticata e munita di certificazioni dell’accordo raggiunto fra le parti, entro 10 giorni dalla sottoscrizione dallo stesso. 

Il Comune, come rimarcato in un’interrogazione presentata lo scorso 6 dicembre dall’ex consigliere comunale Vincenzo Albano, si è adeguato alla normativa in ritardo rispetto ad altre amministrazioni comunali, che hanno già attivato il servizio presso l’anagrafe e informando  i cittadini  delle procedure da adottare,  ma anche i riferimenti a cui rivolgersi per le prenotazioni e gli adempimenti previsti.  Va chiarito, però, che la procedura non è ancora attiva. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Divorzio in Comune e senza avvocati: pure Brindisi si adegua alla nuova legge

BrindisiReport è in caricamento