Martedì, 26 Ottobre 2021
Cronaca

Domenica festa dei lavoratori a Masseria Canali, con Laura Boldrini

Il presidente della Camera, Laura Boldrini, sarà presente all'evento organizzato dalla Flaica Cgil della Puglia presso Masseria Canali in occasione della festa dei lavoratori

BRINDISI – Il presidente della Camera, Laura Boldrini, sarà presente all’evento organizzato dalla Flaica Cgil della Puglia presso Masseria Canali (bene confiscato alla mafia situato sulla strada provinciale Mesagne-San Vito dei Normanni) in occasione della festa dei lavoratori che verrà celebrata domenica prossima (1 maggio). L’appuntamento è alle ore 9,30, con l’accoglienza del gruppo “Scigghiate” che intonerà dei canti del lavoro pugliese sulle rivolte contadine e un inedito sul caporalato. Alle 10 sono previsti i saluti del sindaco di Mesagne, Pompeo Molfetta, e della rappresentante dell’ufficio di presidenza di Libera Nazionale, Daniela Marcone.

Poi si aprirà il dibattito, moderato dalla giornalista Raffaella Cosentino, durante il quale interverranno il presidente di Libera Terra, Laura_Boldrini-2Alessandro Leo, il segretario generale della Cgil Brindisi, Michela Almiento, il segretario generale della Cgil Puglia, Gianni Forte, e il segretario nazionale della Flai Cgil, Giovanni Minnini. L’intervento della Boldrini è previsto per le ore 12,15, seguito da un incontro con gli studenti della Scuola di gastronomia pugliese “Med coking school” di Ceglie Messapica e dai saluto del sindaco di Ceglie, Luigi Caroli. Infine vi sarà l’esibizione degli sbandieratori di Oria. 

Di seguito la nota della Cgil sull’evento. 

Negli ultimi anni, spesso, in prossimità del Primo Maggio si è messa in discussione l’opportunità o meno di “festeggiare”  tale ricorrenza in una situazione complessiva di mancanza di opportunità occupazionali e quindi di lavoro che non c’è. Quest’anno sappiamo che la disoccupazione non cala e anzi, nella  provincia di Brindisi è aumentata attestandosi al 31%.

I  dati  relativi ai primi mesi dell’anno, inoltre,  indicano  una crescita inarrestabile, in Puglia,  di utilizzo dei voucher, pari ad un aumento del 52% a fronte di una diminuzione delle assunzioni del 18,4%. Dati che evidenziano quanto si stia sempre più facendo ricorso a forme di lavoro precario, sottopagato se non addirittura in “nero”. E’ una involuzione in termini di politiche del lavoro che come CGIL, come Sindacato, non siamo disposti ad accettare. 
E il valore del Primo Maggio va proprio recuperato e rilanciato come impegno nella lotta per il lavoro inteso come strumento di autodeterminazione nella vita economica politica e sociale  di tutte le cittadine e i cittadini di questa amata Repubblica Italiana, così come detta la carta costituzionale.

Immagine-10

L’iniziativa organizzata per il Primo maggio a Brindisi, presso Masseria Canali, dalla Flai Cgil e dalla Cgil della Puglia con la presidente della Camera, Onorevole Laura Boldrini, vuole essere il modo per evidenziare che il valore del lavoro passa attraverso il riconoscimento della dignità delle persone, qualunque sia l’attività che svolgano.  Con tale obiettivo il tema affrontato sarà: “ la condizione della donna in agricoltura tra caporalato e illegalità diffuse” perchè quanto siano fondamentali le condizioni del lavoro nel tutelarne la dignità   va riaffermato  parlando  proprio di caporalato, un fenomeno troppo spesso sottovalutato in termini di diffusione e di pericolosità.  

Caporalato ormai riconosciuto come reato grave d’intermediazione illecita e sfruttamento del lavoro, in cui il caporale specula sulla condizione di bisogno delle lavoratrici e dei lavoratori, in cui l’essere lavoratrice espone maggiormente a subire violenza, o l’essere stranieri, addirittura espone al rischio di essere ridotti  in schiavitù. Purtroppo negli ultimi mesi abbiamo potuto verificare quanto il fenomeno sia presente e come anche in Puglia, di caporalato si muore. E saranno gli stessi familiari delle vittime di caporalato a testimoniare alla Presidente Boldrini la gravità del fenomeno.

Masseria Canali, bene confiscato alla Scu e affidato oggi  alla Cooperativa Terre di Puglia- Libera Terra è stato scelto come luogo-simbolo di come si possa concretizzare un percorso virtuoso restituendo alla comunità quei beni che la mafia ha acquisito grazie   ai proventi rivenienti da azioni criminose  facendoli diventare luoghi di produzione di economia sana e di lavoro dignitoso, come sicuramente sarà anche  evidenziato dai referenti di Libera che parteciperanno al dibattito. 

Una festa del Primo Maggio, quindi organizzata con obiettivi importanti, a cui sono stati invitati a  partecipare i Parlamentari della provincia di Brindisi e tutti i Rappresentanti  Istituzionali territoriali, Associazioni, oltre naturalmente a Cisl e UIL provinciali.
L’invito è esteso a quanti, lavoratrici-lavoratori-pensionati, vorranno con noi continuare a rilanciare, anche in occasione di ogni  Primo Maggio, la centralità del valore del lavoro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica festa dei lavoratori a Masseria Canali, con Laura Boldrini

BrindisiReport è in caricamento