rotate-mobile
Cronaca Villa Castelli

Droga e furto di energia, due arresti

Un 23enne di Villa Castelli Giacomo De Oratis e un 25enne di San Pancrazio Salentino, Salvatore Radogna sono stati arrestati dai carabinieri: il primo per droga e il secondo per furto di energia elettrica.

A passeggio per le vie di Villa Castelli in compagnia del suo cane corso di grossa taglia, con 10 grammi di fiori di marijuana suddivisi in sette dosi e tre di hashish nascoste nel taschino del giubbotto più 250 euro in banconote e monete di vario taglio. È stato trovato così poco dopo le 17,30 di ieri il 23enne villacastellano Giacomo De Oratis, già noto alle forze dell'ordine e con una pena sospesa di un anno e quattro mesi.

In casa invece, aveva quasi 400 grammi della stessa sostanza. Per lui si sono nuovamente aperte le porte del carcere, ancora una volta perchè accusato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. De Oratis era ?sotto osservazione? da parte dei carabinieri della locale stazione, diretti dal maresciallo Roberto D'Ammaco, già da diverso tempo.

Era finito nella rete dei controlli proprio per via dei suoi precedenti per droga. Ai militari è bastato appostarlo per qualche settimana per scoprire come la sua quotidianità era cadenzata sempre dalle stesse abitudini: usciva insieme al suo cane di grossa taglia, si dirigeva negli stessi posti e parlava con le stesse persone, note come assuntori. Nel pomeriggio di ieri i carabinieri hanno deciso di fermarlo e controllarlo. La marijuana era suddivisa in dosi e racchiusa in bustine trasparenti a chiusura ermetica mentre l'hashish era confezionata in pezzi di carta stagnola.

La perquisizione è statata estesa alla sua abitazione, in un barattolo di vetro occultato in un sottoscala c'era altra sostanza come quella trovatagli addosso poco prima. In grande quantità, quasi 400 grammi. Dentro c'erano poco più di 300 bustine trasparenti a chiusura ermetica come quelle che aveva nel giubbotto. Trasferito in caserma, il 23enne, dopo le formalità di rito è stato trasportato nella casa circondariale di Brindisi.

I carabinieri della stazione di San Pancrazio Salentino, invece, hanno scoperto un nuovo furto di energia elettrica di un valore di oltre diecimila euro. Responsabile un 25enne del posto Salvatore Radogna, già noto alle forze dell'ordine. I militari si sono recati nella sua abitazione per una perquisizione per altri motivi. Durante il controllo hanno notato un'anomalia nell'impianto elettrico. Un sopralluogo da parte dei tecnici dell'Enel ha permesso di accertare che i sospetti erano fondati: c'era in cavo che collegava l'impianto alla rete pubblica. Il 25enne è stato arrestato per furto aggravato e continuato e assegnato agli arresti domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga e furto di energia, due arresti

BrindisiReport è in caricamento