Cronaca

E' ufficiale: revocato il licenziamento di Enzo. "Il mio caso sia da monito"

Il telegramma di revoca del licenziamento è arrivato in mattinata. Vincenzo Giunta è di nuovo un dipendente dell'istituto di vigilanza Sveviapol Sud. Vinta la battaglia per il diritto al lavoro, Enzo adesso potrà concentrarsi solo su quella contro il tumore al cervello diagnosticatogli nel giugno del 2014 e che lo ha costretto a tre interventi chirurgici

BRINDISI – Il telegramma di revoca del licenziamento è arrivato in mattinata. Vincenzo Giunta è di nuovo un dipendente dell'istituto di vigilanza Sveviapol Sud. Vinta la battaglia per il diritto al lavoro, Enzo adesso potrà concentrarsi solo su quella contro il tumore al cervello diagnosticatogli nel giugno del 2014 e che lo ha costretto a tre interventi chirurgici. Proprio i troppi giorni di assenza da lavoro per malattia erano costati al 46enne, padre di due figli, il licenziamento, comunicatogli la scorsa settimana, pochi giorni dopo essersi sottoposto alla terza operazione.

“Questo – dichiara Enzo – è il primo dei successi. Adesso posso continuare senza ulteriori patemi d’animo la lotta contro la malattia, che conto di vincere nel giro di pochi mesi”. Enzo invita tutti i lavoratori che si trovano nella sua stessa situazione ad uscire allo scoperto. “In casi analoghi – dichiara Giunta – si deve avere il coraggio di denunciare quelli che sono veri e propri soprusi. Immagino che ci siano altre persone malate che si sono imbattute nella mia stessa sventura. Queste devono lottare per far valere i propri diritti”. 

Giunta ringrazia tutte le persone e le istituzioni che si sono interessate al suo caso. “E’ importante – prosegue il vigilante – non essere lasciati soli. Se si è uniti e compatti, si vince tutti insieme: la classe politica, le organizzazioni sindacali e la gente comune devono fare un unico blocco, quando si verificano tali ingiustizie”. Purtroppo Enzo non potrà tornare a lavoro ancora per un po’. “Ho già comunicato all’azienda – afferma ancora Giunta – che la lotta con il tumore andrà ancora avanti per qualche mese. Ma conto di vincerla quanto prima”.

Al momento dell’arrivo del telegramma, Enzo Giunta si trovava insieme al segretario territoriale della Cisl Fisascat, Antonio Baldassarre, che lo ha seguito in questa vertenza. “La revoca del licenziamento – afferma Baldassarre – dà a Enzo la possibilità di continuare la sua battaglia contro la malattia e ristabilire un senso di giustizia per tutto quello che è stato. Siamo contenti che l’azienda sia tornata sui propri passi. Questo deve servire da monito a tutti. Perché purtroppo ci sono altre persone che hanno vissuto vicende analoghe a quelle di Enzo, ma che non hanno trovato la forza di combattere e di uscire allo scoperto”. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

E' ufficiale: revocato il licenziamento di Enzo. "Il mio caso sia da monito"

BrindisiReport è in caricamento