rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca

Ecco il “nuovo” dormitorio immigrati

BRINDISI – Accesso solo ai giornalisti ed operatori alla vigilia della riapertura del dormitorio per immigrati, in via Provinciale San Vito. Il sindaco Mimmo Consales è soddisfatto, ma avverte che il Comune, che ha sborsato 200mila euro per l’operazione, si fermerà qui.

BRINDISI – Accesso solo ai giornalisti ed operatori alla vigilia della riapertura del capannone che ospita il dormitorio per immigrati, in via Provinciale San Vito a Brindisi. Il sindaco Mimmo Consales è soddisfatto, ma avverte che l’amministrazione civica, che ha sborsato 200mila euro per l’operazione, si fermerà qui. “Abbiamo già dato”, dice Consales con una battuta. Ma visto che il Comune ha pagato tanto, è il caso che si faccia sistemare meglio il tetto e un portone del capannone, perché ai fotografi non è sfuggito che in qualche punto ci piove ancora dentro.

Chiusa la piccola anche se non proprio secondaria faccenda delle persistenti infiltrazioni, riprendiamo il filo del comunicato del sindaco: “Sembrerà un intervento di routine, ma non è così, se è vero che c’è voluto oltre un decennio per eliminare la vergogna di un capannone puzzolente (su cui gravava anche una ordinanza di sgombero) al cui interno vivevano ammassati come bestie oltre duecento immigrati, costretti a convivere con topi di enormi dimensioni. Da oggi in poi i brindisini potranno evitare di girarsi dall’altra parte transitando in via Provinciale San Vito. Adesso ho stabilito che non sarà ammesso un solo ospite in più e soprattutto che chi avrà accesso al dormitorio potrà restarvi al massimo per sei mesi e cioè il tempo necessario per trovare un alloggio ed un lavoro”.

Consales parla chiaro, e precisa anche che l’alloggio provvisorio della ex scuola del Perrino sarà chiuso (come promesso ai residenti), e che nella struttura di via Provinciale San Vito non metterà piede un solo immigrato oltre gli ottanta previsti. Chi ritiene ingiusta o troppo rigida tale posizione, aggiunge Consales, si ricordi che ci sono anche altri Comuni ed enti in provincia di Brindisi, associazioni e parrocchie e sarebbe bellissimo se ogni si caricasse una piccola parte del peso dell’ospitalità. Domani mattina, dunque, nuova inaugurazione. E speriamo smetta di piovere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ecco il “nuovo” dormitorio immigrati

BrindisiReport è in caricamento