rotate-mobile
Giovedì, 2 Dicembre 2021
Cronaca

Elezioni comunali, via libera al pagamento di presidenti e scrutatori

Gli onorari compresi tra 150 e 120 euro: somma complessiva pari a 60.636. Liquidazione per cassa o con accredito

BRINDISI – Archiviata la competizione elettorale con il doppio turno, da Palazzo di città è arrivato il via libera al pagamento degli “onorari” ai presidenti di seggio, agli scrutatori e ai segretari che hanno lavorato nelle giornate del 10 e del 24 giugno scorsi.

Il pagamento

La somma complessiva ammonta a 60.636 euro, stando ai conteggi eseguiti dai funzionari del settore Servizi demografici con riferimento ai componenti degli 80 uffici di sezione elettorale presenti a Brindisi. Il punto di partenza nel conteggio è costituito dalle disposizioni di legge e dalla circolare del Dipartimento per gli affari interni e territoriali del Ministero dell’Interno che stabiliscono il quantum spettante ai componenti delle sezioni. Un tempo si chiamavano gettoni. La sostanza, comunque, non cambia.

L’eco delle polemiche

A Brindisi, poi, c’è ancora l’eco conseguente alla scelta degli scrutatori perché – come si ricorderà – i nominativi sono stati il risultato di designazioni, vale a dire di nomina, ossia chiamata diretta, da parte dei componenti della Commissione elettorale. Il sorteggio, infatti, è stato scartato dalla parte politica, per essere seguito solo dalla struttura commissariale. La Commissione elettorale è l’unico organismo consiliare rimasto in piedi durante il periodo del commissariamento. Sarà rinnovato non appena ci sarà l’insediamento dei consiglieri comunali eletti di recente. Per i presidenti di seggio, invece, la nomina arriva dalla Corte d’Appello di Lecce.

I singoli importi

Gli importi variano a seconda che si tratti di seggio ordinario o speciali, questi ultimi sono così definiti perché istituiti all’interno degli ospedali e degli istituti di pena. Nel primo caso, ai presidenti di seggio sono riconosciuti 150 euro, mentre ai segretari e agli scrutatori 120 euro. Nel secondo caso, l’importo scende a 90 euro per i presidenti e 61 per gli altri.

Il pagamento è stato autorizzato con determina firmata dal dirigente Nicola Zizzi e avverrà tenuto conto delle modalità di liquidazione indicate dai singoli al momento dell’accettazione degli incarichi. Pagamento per cassa, quindi in contanti, oppure mediante accredito sul conto corrente bancario o postale.

La somma complessiva trova capienza nel bilancio di  Palazzo di città, nel capitolo relativo alle consultazioni elettorali, per un importo complessivo pari a 450mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni comunali, via libera al pagamento di presidenti e scrutatori

BrindisiReport è in caricamento