Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Energeko, il sindaco nomina il nuovo direttore tecnico: Antonio Iaia

Incarico all’ingegnere del Comune sino al 30 giugno 2019 dopo le dimissioni di Galati. A breve bando per amministratore unico

BRINDISI – Dopo il terremoto tutto interno alla società Energeko, rimasta senza amministratore unico, arriva un nuovo direttore tecnico: l’incarico è stato conferito all’ingegnere Antonio Iaia, funzionario del Comune di Brindisi, scelto dal sindaco Riccardo Rossi, sino alla fine di giugno 2019.

La nomina

antonio iaia-4L’incarico a Iaia (nella foto accanto) è stato conferito nella mattinata di oggi, 12 dicembre 2018, a distanza di 48 ore dalle dimissioni di Antonio Galati, ingegnere, al quale lo stesso Rossi aveva confermato il doppio impegno, sia come amministratore unico della società partecipata del Comune, che come direttore tecnico, dopo la scelta fatta dal commissario prefettizio Santi Giuffré.

Le polemiche precedenti

Galati ha messo fine alla propria esperienza al timone dell’Energeko, dopo essere stato travolto dall’onda lunga conseguenza dello sciame sismico che lui stesso aveva determinato scrivendo e consegnando a Palazzo di città una relazione in cui sollevava critiche nei confronti di tutti. Dal personale alla stessa Amministrazione, facendo riferimento a presunti legami tra alcuni dipendenti della società e ambienti politici. Tanto da scatenare la rabbia dei dipendenti e dei rappresentanti delle organizzazioni sindacali. Questi ultimi, nelle scorse settimane, avevano evidenziato una serie di situazioni di sofferenza legate alla gestione di Galati, sottolineando il mancato pagamento degli stipendi, essendo stati per due mesi consecutivi solo il versamento di un acconto, così come il mancato pagamento di alcune fatture. Più di un fornitore, intanto, ha ottenuto decreto ingiuntivo dal Tribunale. Avevano anche portato a conoscenza dell’Amministrazione aspetti della gestione del personale, chiedendone un approfondimento.

La relazione

antonio galati energeko-2La relazione di Galati (nella foto al lato) risalente al 24 luglio scorso, è rimasta segreta sino a quando non è stata intercettata da alcuni rappresentanti delle forze di opposizione in Consiglio comunale. Subito dopo, a distanza di un giorno, il Comune ha contestato all’Energeko gli allestimenti delle luminarie per il Natale, ritenendo la fornitura non corrispondente a quella che era stata chiesta e che avrebbe dovuto essere garantita dalla società alla quale la partecipata si era rivolta.

Il bando

Galati, alla fine, ha deciso di mettere la parola fine per motivi personali. Da qui la necessità di riempire quanto prima le caselle lasciate vuote. Il sindaco ha dato priorità a quella che attiene alla figura del direttore tecnico, potendo contare su una professionalità interna a Palazzo di città. Per la casella dell’amministratore unico, invece, si procederà con bando pubblico. Fino ad allora l’ingegnere Antonio Iaia resterà direttore tecnico.

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Energeko, il sindaco nomina il nuovo direttore tecnico: Antonio Iaia

BrindisiReport è in caricamento