rotate-mobile
Cronaca

Ferimento operaio, sospettato in caserma

BRINDISI - Un giovane brindisino, probabilmente considerato l'autore del ferimento del 31enne operaio edile Giuseppe Fiume, si trova da alcuni minuti nel comando provinciale dei carabinieri di Brindisi, dove è stato condotto dagli investigatori.

BRINDISI - Un giovane brindisino, probabilmente considerato l'autore del ferimento del 31enne operaio edile Giuseppe Fiume, si trova da alcuni minuti nel comando provinciale dei carabinieri di Brindisi, dove è stato condotto dagli investigatori dopo essere stato rintracciato nelle fase successive all'episodio, avvenuto alle spalle del quartiere S.Elia di Brindisi, sulla provinciale per San Donaci.

Al comando provinciale era stato condotto dopo i primi accertamenti anche il padre del giovane ferito da una fucilata all'addome e agli arti inferiori, esplosa da breve distanza (i chirurghi hanno trovato la borra della cartuccia in una delle ferite. L'uomo doveva essere ascoltato in maniera più approfondita.

Sembra che il ferimento sia avvenuto quando il giovane si è recato in una villetta vicina alla casa in costruzione dove stata lavorando con il padre. La villetta sarebbe l'abitazione di un brindisino, Natale Livera, ed è stata perquisita dai carabinieri. Un testimone aveva parlato di una persona in fuga a bordo di una Renault Twingo di colore scuro.

Il sospettato sarà interrogato dal pm Giuseppe De Nozza, ovviamente alla presenza del suo avvocato di fiducia. Procedono i carabinieri della compagnia di Brindisi e del Nucleo investigativo provinciale.

 

 

Gallery

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ferimento operaio, sospettato in caserma

BrindisiReport è in caricamento