Cronaca San Pietro Vernotico / Via Brindisi

Aggrediti due finanzieri e un vigile urbano dopo un incidente: un arresto

Non poteva uscire di casa a causa di due auto incidentate che non venivano spostate dalla sede stradale. Per questo una persona residente a San Pietro Vernotico ha dato in escandescenze, aggredendo due finanzieri e un agente della polizia municipale

SAN PIETRO VERNOTICO – Non poteva uscire di casa a causa di due auto incidentate che non venivano spostate dalla sede stradale. Per questo una persona residente a San Pietro Vernotico ha dato in escandescenze, aggredendo due finanzieri e un agente della polizia municipale.

L’episodio si è verificato nella serata di oggi (12 marzo) in una traversa di via Brindisi, una delle strade principali di San Pietro Vernotico. Qui si è verificato un incidente di modesta entità. Un banale tamponamento senza feriti fra due auto. Nonostante i danni riportati dalla vetture fossero lievi, però, fra le persone coinvolte nell’incidente sono sorte delle incomprensioni.

Gli animi con il passare dei minuti si sono surriscaldati, tant’è che sul posto si sono recati una pattuglia di vigili urbani e un equipaggio delle fiamme gialle impegnato in un servizio di controllo del territorio.

Le auto si erano fermate proprio a ridosso di un’abitazione. Il proprietario era impossibilitato a uscire di casa. Questi allora ha cominciato ad infervorarsi, fino a quando non si è scagliato contro il vigile urbano e i militari.

Gli stessi finanzieri, a quel punto, hanno bloccato il sampietrano, per poi condurlo presso la locale caserma della guardia di finanza. La posizione dell’aggressore è adesso al vaglio del pubblico ministero di turno del tribunale di Brindisi, che sta valutando il dà farsi. Le macchine incidentate sono state prelevate da un carro attrezzi. 

L’uomo, un 60enne, è stato arrestato e subito rimesso in libertà per resistenza a pubblico ufficiale. Col passare delle ore, i contorni della vicenda si sono delineati con maggiore chiarezza.

A seguito dell’incidente verificatosi nella traversa di via Brindisi, un veicolo si è fermato davanti al passo carrabile corrispondente all’abitazione del 60enne. Non potendo uscire da casa, questi ha cominciato a suonare ripetutamente con il clacson della sua auto. Successivamente è passato alle offese e alle minacce contro i vigili urbani che stavano rilevando il sinistro.

Ormai in preda a un raptus d’ira, l’uomo ha inveito anche contro i finanzieri della locale tenenza, diretta da Alfredo Proto, recatisi sul posto, spindonandoli. A un certo punto pare anche abbia tentato di investire uno di loro. Poi, non pago, ha sferrato un calcio a uno degli uomini in divisa e un pugno all'altro.

Non senza fatica, alla fine i militari sono riusciti ad ammanettare il 60enne, conducendolo in caserma, dove è stato arrestato e subito rilasciato, di concerto con il pm Pierpaolo Montinaro. 

Aggiornato alle ore 22,20

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aggrediti due finanzieri e un vigile urbano dopo un incidente: un arresto

BrindisiReport è in caricamento