menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Blitz antidroga, preso in Germania uno degli arrestati che sfuggì alla cattura

E’ stato arrestato in Germania il latitante Daniele Risonola 41enne, sfuggito alla cattura dei carabinieri di Brindisi il 16 novembre scorso nel corso dell’operazione “Finibus” che aveva portato all’arresto di altre 14 persone, di cui 4 donne con ruoli di primo piano nell’organizzazione criminali

FRANCAVILLA FONTANA – E’ stato arrestato in Germania il latitante Daniele Risonola 41enne, sfuggito alla cattura dei carabinieri di Brindisi il 16 novembre scorso nel corso dell’operazione “Finibus” che aveva portato all’arresto di altre 14 persone, di cui 4 donne con ruoli di primo piano nell’organizzazione criminali, ritenute responsabili, a vario titolo, di concorso in traffico e detenzione illeciti di quantità ingenti di sostanze stupefacenti, porto e detenzione illegali di arma da fuoco, ricettazione e rapina in abitazione. Nel corso delle indagini partite a marzo del 2015, sono stati sequestrati 40 chili di cocaina.

Risonola è stato arrestato nella mattinata odierna, mercoledì 23 dicembre, da una squadra speciale della polizia tedesca che ha collaborato con il personale della compagnia carabinieri di Francavilla Fontana che ha fornito gli elementi indispensabili per la cattura. Tra gli arrestati c’era anche una nonna di 80 anni presso la cui abitazione al momento della perquisizione fu trovata una mitraglietta Skorpion e un fucile, tutto nascosto in un letto richiudibile.

La Germania era proprio uno dei possibili punti da dove arrivava lo stupefacente destinato poi a rifornire numerose piazze di spaccio del brindisino. Inconfutabile riscontro era stato l’arresto, operato il 31 luglio scorso dai carabinieri di Francavilla Fontana (Br), nei confronti di Francesco Trisolini e Patricia Theodora Johanna Van Heel - entrambi raggiunti anche dalla successiva ordinanza di custodia cautelare - i quali, controllati al rientro da un viaggio in Germania, furono trovati in possesso di circa 40 chili di cocaina, suddivisi in 40 panetti, abilmente occultati in un doppio fondo ricavato all’interno della Peugeot 3008 su cui viaggiavano.

Risonola Daniele era stato dichiarato latitante il 18 novembre successivo e, in tempi brevissimi, il provvedimento restrittivo nazionale era stato tramutato in mandato di arresto europeo. Le immediate indagini hanno consentito sin da subito di indirizzare le ricerche in territorio tedesco.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Puglia. Wedding: regole sanitarie e "covid manager" per ripartire

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento