Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Villa Castelli

Ruba una Fiat Uno e poi se ne va a giocare alle slot machine, preso

Ruba un’auto parcheggiata per strada e poi se ne va in un club a giocare alle slot machine ma i carabinieri lo trovano nel giro di poche ore e lo arrestano, si tratta di Donato Suma 34 anni di Villa Castelli

FRANCAVILLA FONTANA – Ruba un’auto parcheggiata per strada e poi se ne va in un club a giocare alle slot machine ma i carabinieri lo trovano nel giro di poche ore e lo arrestano, si tratta di Donato Suma 34 anni di Villa Castelli. Il furto lo ha consumato proprio nel suo paese, in una via del centro nel pomeriggio di ieri, mercoledì 28 ottobre. L’auto di cui si è impossessato è una Fiat Uno.

Le indagini dei carabinieri sono state avviate subito, da quando cioè la vittima accortasi del furto ha contattato il 112: i militari della locale stazione e i colleghi della compagnia di Francavilla Fontana, diretta dal capitano Nicola Maggio, si sono subito messi a lavoro passando al setaccio tutte le telecamere installate nella zona. Ed è proprio dai fotogrammi di alcuni occhi elettronici che è stato individuato il 34enne: la scena immortalata mostra un soggetto che si avvicina con fare sospetto all’auto poi rubata e che poco dopo la mette in moto e parte. Trattandosi di un personaggio noto alle forze dell’ordine i carabinieri del posto, profondi conoscitori del territorio, non ci hanno messo molto individuarlo. Da lì è partita una caccia all’uomo: sono stati controllati, dopo la sua abitazione dove non c’era, tutti i luoghi da lui frequentati fino al circolo privato dove poi è stato trovato. Messo alle strette ha confessato fornendo indicazioni su dove si trovava la vettura che è stata restituita al proprietario. Donato Suma, dopo le formalità di rito, è stato posto agli arresti domiciliari.

A Brindisi, invece, i carabinieri hanno eseguito un ordine di esecuzione per la carcerazione, emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Brindisi, nei confronti di Cosimo D’Alema, 48enne del posto, attualmente sottoposto alla misura degli arresti domiciliari. Deve espiare la pena residua di 1 anno e 3 mesi di reclusione, poiché riconosciuto colpevole di resistenza a pubblico ufficiale e furto aggravato. Su disposizione dell'Autorità Giudiziaria, l'arrestato è stato tradotto presso la Casa Circondariale di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ruba una Fiat Uno e poi se ne va a giocare alle slot machine, preso

BrindisiReport è in caricamento