Furto in appartamento e di Fiat Panda sventati da vigilantes

Due furti sventati nel giro di poche dagli agenti dell’istituto di vigilanza Securitas Puglia a Ostuni

OSTUNI – Due furti sventati nel giro di poche dagli agenti dell’istituto di vigilanza Securitas Puglia a Ostuni.

Il primo riguarda un tentativo di irruzione in un’abitazione sita in contrada Acquarella perpetrato alle 16 di sabato 23 marzo. L’entrata in funzione del sistema di allarme ha fatto convergere sul posto una pattuglia che ha messo in fuga i malfattori. Avevano forzato una finestra.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il secondo, invece, si riferisce al tentativo di furto di una Fiat Panda intorno alle 23.30 di domenica 24 marzo, in viale Pola. Durante un servizio di pattugliamento sono stati notati due individui intenti a rubare l’utilitaria. L’intervento del vigilante ha evitato che il colpo andasse a buon fine.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

  • Furto al bancomat con inseguimento: banditi cadono in strapiombo

  • Truffe ai danni di anziani: blitz all'alba, arrestate sei persone

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento