Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca San Pietro Vernotico

Shopping senza pagare, libere le due donne: “Scusateci”

Arresto convalidato, il gip accoglie l’istanza del difensore: incensurate e in stato di bisogno

SAN PIETRO VERNOTICO – “Chiediamo scusa, abbiamo sbagliato: lo abbiamo fatto perché in stato di bisogno”. Sono state rimesse in libertà le due donne di San Pietro Vernotico arrestate venerdì sera, primo febbraio 2019, nel centro commerciale di Surbo, con l’accusa di aver fatto shopping senza pagare la merce, tra vestiti e piccoli elettrodomestici, per un valore di duemila euro.

La convalida

francesco cascione-4N. M., 41 anni, e G. M., 25, hanno affrontato l’interrogatorio in sede di udienza di convalida dell’arresto in flagranza di reato, davanti al giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Lecce, Giovanni Gallo. Alla presenza dell’avvocato Francesco Cascione, del foro di Brindisi, difensore di entrambe, hanno consegnato al giudice la loro verità, subito dopo aver ammesso le proprie colpe. Nella foto accanto l'avvocato Cascione.

Il gip ha convalidato l’arresto essendocene i presupposti, dopo aver riqualificato l’accusa in tentato furto, dal momento che le due donne sono state fermate prima di lasciare il centro commerciale.

La difesa

Il penalista tenuto conto della condotta assunta dalle due indagate nel corso dell’udienza e dello status di incensurate di entrambe ha chiesto la remissione in libertà. Istanza accolta dal gip. Di conseguenza per le indagate sono venuti meno gli arresti domiciliari.

L’arresto

Le due donne erano state sottoposte a perquisizione nel centro commerciale, dopo la segnalazione del personale dei negozi: erano riuscite a nascondere “ consolle gioco, capi abbigliamento diversi, come camicie, sciarpe, felpe” e “due collane, due paia di orecchini e due bracciali”, per un valore di 600 euro.  

Altra merce, era nell’auto in uso a Nadia Miglietta: “materiale elettrico, giochi e piccoli elettrodomestici”, per un valore di  1.400 euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Shopping senza pagare, libere le due donne: “Scusateci”

BrindisiReport è in caricamento