rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Oria

Furto di pluviali dalle case e dalla curia: ladri incastrati dalle telecamere

Agivano anche in pieno giorno tre oritani raggiunti da un'ordinanza di custodia cautelare. Uno è stato arrestato, per gli altri due, obbligo di dimora

ORIA – In pieno giorno rubavano pluviali di rame dalle facciate di abitazioni private e persino dal prospetto della sede vescovile di Oria. Grazie al video ripreso da un cittadino con il suo telefonino e alle immagini di impianti di videosorveglianza privati, i carabinieri della stazione di Oria al comando del maresciallo Roberto Borrello sono risaliti ai presunti responsabili dei furti. Si tratta di tre persone del posto a carico delle quali il gip del tribunale di Brindisi, su richiesta della locale Procura, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare. Il 34enne Amedeo Carriero, in particolare, è stato arrestato in regime di domiciliari. I due complici, i 19enne A.D. e B.C., sono stati sottoposti alla misura dell’obbligo di dimora 

L’indagine è stata avviata a seguito di due tentativi di furto di alcuni pluviali  in rame installati sulle pareti esterne di due abitazioni private e del furto consumato  dello stesso materiale nel palazzo sede della Curia Vescovile di Oria. Tali eventi sono avvenuti nella metà del mese di maggio e uno di questi è stato documentato da un cittadino del luogo che è riuscito  ad effettuare una ripresa con il proprio cellulare. 

I tentativi di furto e i furti  dei manufatti si sono verificati anche verso la fine del mese di maggio, quando all’interno di un sottoscala  in una via del centro storico del paese sono stati rinvenuti alcuni pluviali che lì erano stati stoccati dagli indagati. Comunque tutti gli episodi sono stati cristallizzati a seguito dell’esame delle immagini degli impianti di videosorveglianza installati sulle abitazioni private che hanno consentito la sicura identificazione degli indagati che sono stati successivamente notati e fotografati dai carabinieri con gli stessi indumenti utilizzati per commettere i furti. 

Ulteriore elemento di riscontro si è avuto a carico di uno degli indagati, all’esito della perquisizione personale effettuata nell’immediatezza della commissione di uno dei reati, che ha consentito di rinvenire nelle tasche dei suoi pantaloni un collare di rame. I reati sono stati commessi sia nella forma tentata che consumata  e sono tutti aggravati, perché perpetrati con violenza  sulle cose e su strutture per necessità collocate sulle pareti perimetrali esterne delle abitazioni, esposte quindi alla pubblica fede. 

Durante l’asportazione dei pluviali sono stati danneggiati i collari che fissano le canalette alle pareti determinando anche danni agli intonaci. Nel perpetrare la commissione di questo tipo di reati i tre, da quanto appurato dagli inquirenti, hanno operato con particolare spregiudicatezza nonostante la giovane età, commettendoli di giorno e dimostrando anche un certo profilo organizzativo che  ha previsto la commissione del delitto e il successivo occultamento dei pluviali ingombranti, che poi avrebbero successivamente venduto, tra i sottoscala  delle abitazioni del centro storico di Oria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di pluviali dalle case e dalla curia: ladri incastrati dalle telecamere

BrindisiReport è in caricamento