Cronaca Latiano

Furto di telefonini nel negozio: vittima insegue i ladri sulla superstrada

Sono stati fermati dai carabinieri alle spalle del centro commerciale Ipercoop di Brindisi, al termine di uno spettacolare inseguimento, i presunti autori del furto perpetrato stamani in via Francavilla, a Latiano, in un negozio di telefonini

BRINDISI – Al termine di un pericoloso inseguimento iniziato sulla strada statale sette Brindisi-Taranto e conclusosi alle spalle del centro commerciale Ipercoop Le Colonne, sono stati fermati dai carabinieri della compagnia di Brindisi al comando del capitano Luca Morrone i presunti autori del furto di tre telefoni cellulari avvenuto stamani presso un negozio di telefonini situato in via Francavilla, a Latiano. Si tratta di quattro persone che viaggiavano a bordo di una potente Audi con targa straniera. Due di loro, entrambi originari dell'Est Europa ma domiciliati a Bari, inchiodati dalle immagini dell'impianto di videosorveglianza, sono stati denunciati a piede libero per furto. 

E’ stato il titolare dell’attività commerciale, Diego Provinzano, ad annunciare sul social network Facebook la notizia dell'inseguimento. Il commerciante, dopo aver pubblicato sulla sua pagina i video del furto ripresi dalle telecamere del suo negozio, ha riferito di essere riiuscito a rintracciate i ladri, che nel frattempo erano stati raggiunti da complici a bordo dell’Audi. E’ stato lo stesso Provinzano a mettersi all’inseguimento dei malfattori, nei pressi di Mesagne, aggiornando in tempo reale i carabinieri. 

Giunti alle porte di Brindisi, i fuggitivi, alla vista di una pattuglia dell’Arma che li attendeva al varco, hanno deviato verso il centro commerciale Ipercoop. Qui, però, i militari sono riusciti ad ammanettarli per poi condurli in caserma, con l’ausilio di altri equipaggi nel frattempo giunti in ausilio. La refurtiva è stata recuperata (dei tre telefonini rubati, uno era già stato recuperato dalla moglie di Provinzano, subito dopo il furto). “Abbiamo fatto gruppo e ce l'abbiamo fatta – scrive Provinzano - all'amico anonimo che con coraggio mi ha chiamato e mi ha dato informazioni”.

Tornando al furto di stamani, la commessa avrebbe fatto giusto in tempo ad accorgersi dellla malefatta e a gridare “a ladro”. Sul posto si è immediatamente recata una pattuglia dei carabinieri della locale stazione che ha fermato un sospettato.

All'intervento hanno partecipato anche gli agenti dell’istituto di vigilanza Vigil Nova. La persona fermata però non aveva commesso alcun furto, è stata colta da malore tanto che si è reso necessario l’intervento del 118. Da quanto si appendre, invece, i ladri hanno lasciato l'auto, una Volkswagen Lupo con targa tedesca. 

I carabinieri della stazione di Latiano, inoltre, hanno eseguito un ordine di carcerazione, emesso dal Tribunale di Brindisi –nei confronti di 25enne del posto. Si è reso responsabile dei reati di “maltrattamenti in famiglia”, “minaccia” ed “estorsione”, nei confronti del padre, commessi a Latiano il 6 ottobre scorso. Il giovane, dopo le formalità di rito, è stato trasferito presso una struttura di Carovigno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furto di telefonini nel negozio: vittima insegue i ladri sulla superstrada
BrindisiReport è in caricamento