Cronaca

Da Brindisi a Lecce per rubare profumi: bloccati durante la fuga

Condotti nel carcere di Borgo San Nizola tre brindisini arrestati martedì pomeriggio dalla polizia, nei pressi del negozio Coin

LECCE – Sono stati bloccati in auto, con la refurtiva davanti al sedile. Trasferta senza ritorno per tre brindisini che nel pomeriggio di ieri (martedì 15 dicembre) avrebbero rubato due confezioni di profumi dal negozio Coin di lecce. Si tratta di Ottavio De Sanctis, 50 anni, Michele Spagnolo, 43 anni, e Aris Barletta, 25 anni. Tuttti e tre, già noti alle forze dell’ordine per reati specifici, sono stati condotti presso la casa circondariale di Borgo San Nicola, a Lecce, per furto aggravato in concorso. 

Da quanto appurato dai poliziotti della Sezione Volanti della questura salentina, il furto sarebbe stato materialmente perpetrato da Spagnolo e Barletta, mentre De Sanctis li attendava all’esterno dell’attività commerciale alla guida di una Fiat Punto. Gli indagati avrebbero divelto i dispositivi anti taccheggio dalle confezioni di un “Laura Biagiotti- forever” da 100 ml e di un “Bulgari Man” da 60 ml, dal valore complessivo pari a circa 168 euro. Poi hanno estratto le boccette e si sono diretti versi l’uscita e hanno superato i varchi, eludendo i controlli. Ma una volta a bordo della Fiat Punto condotta dal complice, intorno alle 17,30, sono stati bloccati dai poliziotti.

I flaconi di profumo sono stati trovati sul tappetino del passeggero seduto al sedile anteriore. All’interno del negozio è stata rinvenuta una delle due placchette antitaccheggio magnetiche. Il dispositivo si trovava per terra, nei pressi degli espositori di giubbotti dai quali, uno dei due brindisini, aveva preso un giubbotto per poi avviarsi verso i camerini prova simulando l’interesse ad un probabile acquisto. All’interno dello stesso giubbotto, in una tasca, è stata trovata la confezione in cartone del profumo “Bulgari”, accartocciato e strappato. La Fiat Punto è stata sottoposta a sequestro. La refurtiva è stata riconsegnata. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da Brindisi a Lecce per rubare profumi: bloccati durante la fuga

BrindisiReport è in caricamento