menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Gli sparano sulla litoranea nel cuore della notte: ferito brindisino

Riccardo Perrone, già noto per un tentativo di furto a ottobre, soccorso da una equipe del 118

BRINDISI – L’ambulanza lo ha recuperato sulla buia litoranea nord di Brindisi attorno alle 3,40 della notte scorsa, e dieci minuti dopo l’equipe del 118 ha consegnato ai medici del pronto soccorso dell’ospedale Perrino il 27enne Riccardo Perrone, con una ferita d’arma da fuoco al piede destro. E’ cominciata così l’indagine sull’ennesimo ferimento di questi mesi nel capoluogo, con una vittima non sembrava molto disposta a collaborare.

Del caso si stanno occupando i poliziotti della Sezione volanti di Brindisi, diretta dal vicequestore Vincenzo Maruzzella. Perrone non era grave: il proiettile, quasi certamente di pistola, non ha causato danni seri all’arto inferiore del giovane, che è uscito dall’ospedale un paio d’ore dopo essere stato medicato.

Perrone non è uno sconosciuto per gli agenti della Sezione volanti. Nella notte tra il 2 e il 3 ottobre scorso, il giovane era stato arrestato assieme ad un complice e a tre altri soggetti minorenni mentre sfondava una parete divisoria che avrebbe consentito alla banda di penetrare nel deposito del negozio Sasva Giocattoli. Fu proprio una pattuglia della polizia, assieme ai carabinieri, a cogliere in flagrante il gruppo e a mandare a monte il colpo.

Dovrà essere Riccardo Perrone, adesso, a raccontare cosa ci facesse a quell’ora sulla litoranea nord del capoluogo, zona dove in inverno le numerose abitazioni sono quasi tutte deserte, e perché qualcuno gli ha sparato, azzoppandolo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento