menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Cucine fuori uso all'Alberghiero": sciopero degli studenti

I ragazzi non sono entrati a scuola, protestando contro la mancata sostituzione del serbatoio dell'impianto di gas. "Quello attuale - affermano i rappresentanti degli studenti - è vecchio e non è a norma"

BRINDISI – Nuova grana per l’edilizia scolastica brindisina, sempre più in difficoltà. Stamani gli studenti dell’istituto alberghiero “Sandro Pertini” hanno scioperato contro la mancata entrata in funzione dei laboratori di cucina (ad eccezione di un locale dotato di comuni bombole domestiche), a causa di problemi riguardanti l’impianto del gas.

Centinaia di ragazzi sono rimasti nell’area esterne della struttura, sul viale di ingresso del parco Cesare Braico. Sulla base di quanto sostenuto dai rappresentanti degli studenti (Andrea Profilo, Alessia D’Arimateo, Mirko De Iudicibus e Dino De Iudicibus), il serbatoio del gas di cui è dotata la scuola non sarebbe a norma. “Un paio di settimane fa abbiamo avuto un incontro con un responsabile della Provincia – spiegano i rappresentanti – dal quale abbiamo appreso che il serbatoio, installato ben 20 anni, va sostituito”.

Sciopero Alberghiero-2

Ai rappresentanti inoltre è stato riferito che il bombolone sarebbe stato sostituito ieri (30 novembre) e che dopo le festività natalizie le cucine sarebbero tornate in funzione. Ma a quanto pare così non è stato. “Il dirigente scolastico – affermano i rappresentanti – ci ha assicurato che il serbatoio è a norma. Ma noi vogliamo precise garanzie su questo aspetto, perché temiamo per la nostra sicurezza”.

Gli studenti minacciano di andare a manifestare sotto la sete della Provincia se non verrà trovata una soluzione. In mattinata, ad ogni modo, all’interno della scuola si è svolta una riunione fra il preside, gli stessi rappresentanti e un funzionario della Provincia. Quest'ultimo ha ispezionato insieme a un vigile del fuoco il bombolone, che nella giornata di ieri è stato rifornito di gas. Al termine del sopralluogo è arrivato il via libera: il bombolone è sicuro. Il preside ad ogni modo, a scopo precauzionale, di concerto con gli studenti, ha preferito tenere in stand by l'attività pratica, in attesa di ulteriori verifiche.

protesta alberghiero brindisi1-2

"Ci hanno assicurato - affermano i rappresentanti degli studenti - che tutto si risolverà. Quello che noi chiediamo è solo chiarezza, non solo riguardo al serbatoio". Gli studenti infatti rimarcano come l'immobile ormai da anni versi in stato di degrado. "Lo stabile - spiegano i rappresentanti - è pieno di crepe e di buchi. Le problematiche da risolvere sono numerose. Per questo domani (2 dicembre, ndr) si terrò un'assemblea all'esterno della scuola, al termine della quale redigeremo un verbale. Sono diversi i nodi da sciogliere. Ad ogni modo ci preme rimarcare la grande disponibilità mostrata nei nostri confronti dal preside e dal vicepreside".

Aggiornato alle ore 12,30

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento