“Ho una pistola”: raid di notte, rapina l’auto a un anziano ma viene preso

Un 20enne fermato dai carabinieri dopo l'irruzione in casa di un anziano, a Salice. La Golf ritrovata incidentata a Tuturano

SALICE SALENTINO – Lui, Osama Abrouk, 20 anni da compiere, di origine marocchina e residente a Salice Salentino, è stato rintracciato e arrestato nel pomeriggio. Dopo la rapina dell’auto, era finito fuori strada. Il veicolo, una Golf Volkswagen, è stato ritrovato danneggiato, attorno alle 5 del mattino, a Tuturano, frazione di Brindisi. Apparteneva a un anziano di 83 anni. Gliel’aveva sottratta nel corso della notte.

Tutto questo è accaduto ieri. Non mancava molto all’alba, quando è avvenuta l’irruzione. Saranno state le 4 di notte. L’anziano, di Salice Salentino, è vedovo e abita da solo. Stava dormendo. Si è svegliato di soprassalto quando ha sentito rumori in casa, anche piuttosto forti. Ed è così che s’è trovato davanti, nel buio, la figura di un estraneo che stava rovistando ovunque, a caccia di qualcosa.

Pare non sia riuscito a osservarlo bene in volto, quel giovane sconosciuto, perché, riuscito a penetrare in casa forzando un ingresso, era voltato di spalle. Però, è stato spicciolo ed esplicito. “Sono armato, ho una pistola”, ha detto. Probabilmente solo uno stratagemma, perché non l’ha mai esibita.

L'episodio in pieno centro

Una rapina, dunque, conclusasi con la sparizione della Golf Volkswagen dell’anziano. Un episodio avvenuto nel pieno centro del paese, in via Regina Margherita, una delle strade principali del borgo antico. Il malvivente, una volta entrato in casa e riuscito a scovare le chiavi dell’autovettura, sostenendo di essere in possesso di una pistola per intimorire ancor di più la vittima, si è subito volatilizzato.

Sembra che non sia sparito altro, né soldi, né monili. Insomma, un’automobile da portare via era, forse, davvero il suo unico scopo. Tutto s’è concluso nell’arco di pochi istanti, senza che all’83enne fosse torto un capello. Ma, di certo, la paura è stata grande, il semplice materializzarsi di un estraneo, di notte, in casa, da togliere il sonno per mesi. Alla vittima, a quel punto, non è rimasto altro da fare che contattare i carabinieri.

Rintracciato nel pomeriggio

Sul posto sono così intervenuti i militati della stazione locale, per un sopralluogo e per raccogliere la testimonianza. Sono state anche diramate ricerche a tutte le pattuglie, non solo del territorio dipendente dalla compagnia di Campi Salentina, ma anche nelle province vicine, nel tentativo di cercare d’intercettare la Golf, e, attorno alle 5, è stata ritrovata, come detto a Tuturano.

Le indagini sono state piuttosto rapide. I carabinieri hanno impiegato anche diversi sistemi di videosorveglianza, riuscendo così a raccogliere prove sufficienti non solo a inchiodare il giovane per la rapina della Golf, ma anche per attribuirgli altri due furti di vetture, una Mercedes Classe A e un Fiat Doblò di altri cittadini salicesi. Il giovane è così finito in carcere.

Di lui si era già parlato abbastanza di recente. A gennaio, infatti, era stato arrestato a Lecce, dopo aver provocato scompiglio all’interno di un market etnico di viale Marche dove, non intendendo pagare per alcune bottiglie di liquore, aveva finito per aggredire a testate un dipendente.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lutto nel cinema: si è spenta la regista brindisina Valentina Pedicini

  • Al mercato senza mascherina, "Il Dpcm non è legge": multata

  • Incendio durante il rifornimento: in fiamme il distributore Ip di Sant'Elia

  • Non torna a casa: trovato senza vita in auto in aperta campagna

  • Positivi e tamponi nel Brindisino: i dati nei Comuni. Trend in crescita

  • Banda delle spaccate scatenata: doppio raid in centro

Torna su
BrindisiReport è in caricamento