Cronaca

Natale a Brindisi, 60mila per gli eventi in favore dello shopping in centro

Pubblicato l’avviso, il Comune cerca idee in grado di rispondere alla concorrenza degli ipermercati. L’assessore De Maria: “Disponibilità esigue, ma iniziative necessarie anche per mantenere le tradizioni”

BRINDISI – Vero che il Comune di Brindisi non naviga in acque serene dal punto di vista economico tenuto conto dei vincoli di spesa, ma è altrettanto vero che Natale è pur sempre Natale con la sua magia, i suoni, i colori e i sapori. E l’amministrazione non intende rinunciare al clima di festa, soprattutto se gli eventi, pensati anche per i più piccoli, possono trainare lo shopping nei negozi del centro in sofferenza da quando ci sono gli ipermercati.

Con il duplice obiettivo di portare il Natale lungo i corsi e favorire le vendite, il Comune ha messo a disposizione la somma di 60mila euro pensando a iniziative da realizzare nel mese di dicembre, a partire dal giorno dell’Immacolata che – tradizione vuole – dà il via all’attesa con l’accensione dell’albero.

L’impegno di spesa si riferisce al calendario di iniziative che a palazzo di città hanno deciso di affidare all’esterno, a professionisti del settore, da selezionare, motivo per il quale è stato pubblicato un avviso di ricerca. Più esattamente un “avviso pubblico di manifestazione di interesse per la realizzazione del programma di animazione artistica Natale 2015”, approvato con delibera della giunta, su proposta dell’assessore alle Attività produttive, Giuseppe De Maria.

Il punto di partenza evidenziato nella relazione che De Maria ha letto ai colleghi dell’esecutivo è costituito dall’intento “di avvolgere l’intera città in un’atmosfera che richiami il calore della festa”. Per questo “occorrerà farsi interpreti della domanda di cittadini sempre più esigenti, che chiedono momenti di aggregazione e socializzazione in questo particolare periodo dell’anno”.

Con una precisazione: “Le iniziative seguiranno una logica di continuità con quanto deliberato nei precedenti anni volendo così, nonostante la esiguità delle risorse finanziarie derivanti da significativi vincoli di spesa, porre le condizioni affinché la città non sia privata di quelle iniziative tanto apprezzate, condivise e partecipate dalla comunità brindisina e dai cittadini dei centri non solo limitrofi ma dall’intero Salento e dalle altre città pugliesi”.

Questo il concetto di fondo, al quale si aggiunge una richiesta specifica in pendant con il “programma politico-amministrativo”, vale a dire la “valorizzazione del centro storico, dei corsi e delle piazze principali, attorno alle quali si ritiene di dover creare una valida attrattiva” per chi è interessato allo shopping natalizio “a sostegno del commercio e in concorrenza con i centri commerciali posti nei dintorni che da sempre mettono in campo progetti molto invitanti di attrazione”.

La scommessa, per la versione 2015, che vale come augurio da parte dello stesso Comune è che Babbo Natale faccia acquisti a Brindisi, tra i negozi dei corsi per favorire l’economia locale ancora a corto di ossigeno. Meglio ancora se poi dovessero arrivare i turisti: la promozione del territorio resta sempre. Le proposte dovranno arrivare presso la sede delle Attività produttive del Comune, in piazza Mercato, dovranno contenere una descrizione dettagliata degli eventi da proporre con un piano dei costi.

“La valutazione tecnica delle proposte che perverranno, al fine della individuazione di una o più di esse, a cui affidare la realizzazione degli eventi, avverrà nei limiti delle risorse disponibili, a mezzo di una commissione composta da soggetti professionalmente idonee, da nominare appositamente”, si legge nella delibera della giunta.

Nel bilancio del Comune di Brindisi ci sono 60mila euro, raccolti mettendo mano a diversi capitoli: 34.814 euro sono stati resi disponibili dalle spese per l’organizzazione delle fiere, 3.500 da interventi vari, diecimila dalle politiche in favore dell’artigianato e infine 11.686  derivano dai servizi per il commercio. Il capitolo degli addobbi natalizi, dall’albero alle luci, è altro. E sarà quantificato nei prossimi giorni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Natale a Brindisi, 60mila per gli eventi in favore dello shopping in centro

BrindisiReport è in caricamento