Cronaca

Il bilancio delle attività della Guardia di finanza nel Brindisino nel 2014

Contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa, Vigilanza sulla spesa pubblica, attività anticontrabbando nel settore doganale e dei prodotti energetici, lotta al gioco illegale, aggressione agli interessi economico-patrimoniali della criminalità organizzata ed al riciclaggio, tutela dei diritti di proprietà e dei consumatori, contrasto ai traffici illeciti, controllo economico del territorio ed il servizio di pubblica utilità 117 e concorso alla sicurezza e all’ordine pubblico

BRINDISI - Contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa, Vigilanza sulla spesa pubblica, attività anticontrabbando nel settore doganale e dei prodotti energetici, lotta al gioco illegale, aggressione agli interessi economico-patrimoniali della criminalità organizzata ed al riciclaggio, tutela dei diritti di proprietà e dei consumatori, contrasto ai traffici illeciti, controllo economico del territorio ed il servizio di pubblica utilità 117 e concorso alla sicurezza e all’ordine pubblico. Sono questi gli ambiti in cui hanno operato i finanzieri del comando provinciale di Brindisi nel 2014 su tutto il territorio di loro competenza con la finalità di tutelare la legalità e ridare slancio e competitività all’economia “sana”.

Contrasto alle frodi fiscali e all’economia sommersa. L’attività svolta a tutela delle entrate si è sviluppata attraverso l’esecuzione di 212 verifiche fiscali e 213 controlli. Con gli oltre 4mila controlli strumentali, rivolti ad appurare l’avvenuto rilascio dello scontrino e della ricevuta fiscale, sono state rilevate il 26 per cento di irregolarità. I soggetti denunciati all’Autorità Giudiziaria per reati fiscali sono stati 148 di cui 1 arrestato. Per reati tributari sono stati proposti all’Autorità Giudiziaria sequestri di beni per oltre 18,4 milioni di euro e sequestrati, nella forma per “equivalente”, beni per circa 2 milioni di euro.  Il contrasto all’economia sommersa ha portato all’individuazione di 86 evasori totali (soggetti completamente sconosciuti al Fisco). Il contrasto al sommerso di lavoro ha consentito di individuare 295 lavoratori “in nero”, 699 lavoratori irregolari e di accertare 88 violazioni a carico di datori di lavoro che hanno utilizzato manodopera irregolare e/o “in nero”.

Vigilanza sulla spesa pubblica. La tutela del bilancio dello Stato e dell’Unione europea ha continuato a rappresentare uno dei principali obiettivi Controlli della finanzadell’attività dei reparti della Guardia di Finanza di Brindisi. Sul fronte del contrasto alle frodi del bilancio dell’unione europea sono stati eseguiti 99 interventi, denunciati 37 soggetti ed accertata l’indebita percezione di contributi per circa 302 mila euro. In materia di tutela del bilancio nazionale sono stati svolti 43 interventi che hanno consentito di denunciare 456 soggetti, accertare l’indebita percezione di contributi per circa 4,7 milioni di euro e sequestrare, nella forma per “equivalente”, beni per circa 5,6 milioni di euro. Relativamente ai controlli in materia di appalti pubblici sono stati riscontrati 5 casi di irregolarità nelle procedure di assegnazione che hanno portato alla verbalizzazione di 14 soggetti, di cui 9 denunciati all’Autorità Giudiziaria. L’importo delle somme oggetto di assegnazione irregolare è di oltre 10 milioni di euro. 

In materia di spesa sanitaria sono stati eseguiti 141 interventi che hanno consentito di accertare una frode pari a circa 3,7 milioni di euro e denunciare 35 responsabili. In tale ambito, su un totale di 113 controlli, sono stati denunciati 28 soggetti che, ricorrendo alle false dichiarazioni, hanno omesso il pagamento dei ticket sanitari. Nel comparto delle prestazioni sociali agevolate (es. contributi dei Comuni per gli affitti, per le mense scolastiche, per gli asili nido, le borse di studio, servizi socio-sanitari domiciliari, agevolazioni per servizi di pubblica utilità, luce e gas o trasporti, ecc.) sono stati effettuati 106 controlli, con la constatazione di 90 irregolarità, ovvero quasi l’85 per cento del totale. Per quanto attiene la responsabilità amministrativa degli Enti che hanno gestito denaro pubblico, sono stati conclusi 13 interventi, verbalizzati 25 soggetti ed accertati danni erariali per circa 10,6 milioni di euro.

Finanza, hascisc sequestratoAttività anticontrabbando nel settore doganale e dei prodotti energetici. In materia di contrabbando di tabacchi lavorati esteri sono stati sequestrati circa 1.800 chili di sigarette e verbalizzate 46 persone, di cui 43 denunciate, a piede libero, all’Autorità Giudiziaria e 2 arrestate. Nel comparto delle accise, sono stati eseguiti 18 interventi, nel corso dei quali sono stati verbalizzati 20 soggetti di cui 9 denunciati, a piede libero, all’A.G. e sequestrati circa 25.000 chilogrammi di prodotti energetici.

Lotta al gioco illegale. L’attività a tutela del monopolio statale del gioco e delle scommesse si è sviluppata mediante l’esecuzione di 317 interventi che hanno consentito di riscontrare 78 violazioni, verbalizzare 316 soggetti, di cui 25 denunciati all’Autorità Giudiziaria e sequestrare 62 apparecchi e congegni da divertimento ed intrattenimento.

Aggressione agli interessi economico-patrimoniali della criminalità organizzata ed al riciclaggio. Nel corso del 2014 è proseguita l’attività a contrasto della criminalità, attraverso azioni investigative sempre più penetranti finalizzate all’aggressione dei patrimoni illecitamente accumulati. Sono stati, infatti, condotti 19 accertamenti patrimoniali, che hanno interessato 112 posizioni soggettive, consentendo di: pervenire al sequestro di beni per circa 5 milioni di euro; avanzare proposte di sequestri patrimoniali per oltre 10,5 milioni di euro;confiscare beni per circa 1 milione di euro.Sul fronte della lotta al riciclaggio, sono stati eseguiti 41 interventi che hanno consentito di denunciare all’Autorità Giudiziaria 18 soggetti di cui 3 arrestati e ricostruire flussi di denaro “sporco” per oltre 6 milioni.

Tutela dei diritti di proprietà e dei consumatori. Complessivamente, nella decorsa annualità, sono stati sequestrati, circa 60 mila prodotti contraffatti o pericolosi per la salute dei cittadini, con la conseguente denuncia di 140 soggetti all’Autorità Giudiziaria.

Contrasto ai traffici illeciti. Il contrasto al traffico illecito di sostanze stupefacenti, ha consentito il sequestro di oltre 29 chili di cocaina, 1.670 chili di hashish e marijuana, 139 piante e semi di canapa e 7 mezzi, con la denuncia di 51 soggetti (di cui 11 arrestati) e la segnalazione di 177 Guardia di Finanza S.Pietro Vernoticoassuntori. La situazione dell’immigrazione clandestina ha registrato il tentativo di ingresso di 89 clandestini, attraverso l’occultamento, prevalentemente, a bordo di Tir provenienti principalmente dalla Grecia. Nel settore della tutela ambientale sono stati eseguiti 36 interventi, che hanno portato al sequestro di 4 discariche abusive, 5 immobili e verbalizzare 58 soggetti di cui 43 denunciati all’A.G..

Controllo economico del territorio ed il servizio di pubblica utilità 117. La capillare presenza sul territorio permette di svolgere numerosi interventi a tutela degli interessi economico-finanziari. Il controllo economico del territorio è garantito anche grazie alle richieste di intervento che giungono al numero di pubblica utilità “117” che nel 2014 sono state 227.

Concorso alla sicurezza e all’ordine pubblico. La Guardia di Finanza di Brindisi, oltre alla specifica ed impegnativa attività di controllo economico del territorio, concorre ai servizi di mantenimento dell’ordine e della sicurezza pubblica in presenza di emergenze sia a livello locale che nazionale, mediante l’impiego di militari specializzati c.d. “baschi verdi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bilancio delle attività della Guardia di finanza nel Brindisino nel 2014

BrindisiReport è in caricamento