Cronaca

In fiamme il Sito di interesse comunitario di Giancola: fumo e disagi sulla superstrada

A fuoco il Sito di interesse comunitario di Giancola un'area umida protetta che costeggia l'omonimo canale nella zona compresa tra la superstrada Bari Brindisi e la litoranea nord del capoluogo

BRINDISI – A fuoco il Sito di interesse comunitario di Giancola un’area umida protetta che costeggia l’omonimo canale nella zona compresa tra la superstrada Bari Brindisi e la litoranea nord del capoluogo. Il Sic di Giancola è anche un’oasi faunistica del Wwf che vi aveva installato anche alcuni posti di osservazione degli uccelli acquatici.

Non da ultimo, l’area di Giancola è una delle più importanti zone archeologiche di Brindisi perché è il luogo dove operavano le fornaci romane che producevano anfore importate in tutto il Mediterraneao. L’incendio è di probabile origine dolosa. Molto difficile per le squadre dei vigili del fuoco e della Protezione civile circoscrivere l’avanzata delle fiamme perché sulla costa soffia un forte vento di maestrale che alimenta i focolai.

È stato richiesto alla sala operativa regionale della Protezione civile, che coordina tutti gli interventi in Puglia, l’invio urgente di un aereo antincendio. Le strade attorno all’area interessata dal fronte delle fiamme sono state bloccate dai carabinieri. La viabilità sulla litoranea Brindisi Apani non è interessata da problemi di traffico perché il vento sospinge il fuoco nell’entroterra. Disagi, invece sulla 379, la superstrada che collega Brindisi a Bari, all'altezza della chiesa di Jaddico dove alcune pattuglie della polizia stradale stanno coordinando il traffico, la zona è invasa dal fumo. 

Sul posto stanno operando un paio di squadra dell'associazione di Protezione civile Brunda. Alcuni testimoni hanno avvistato delle lepri in fuga dalle fiamme. Intorno alle ore 14 il rogo è stato circoscritto ed il fronte delle fiamme è stato ridimensionato. Oltre alle due squadre della Brunda, sul posto si è recato anche un terzo mezzo di un’associazione di Protezione civile, la “Ser" di Mesagne. 

Va detto però che la prima associazione di Protezione civile ad ingaggiare la lotta con le lingue di fuoco, in supporto ai vigili del fuoco, è stata la "RIcetrasmissioni" di Brindisi, che intorno alle ore 10,30 ha raggiunto località Giancola con un modulo antincendio. 

Aggiornato alle ore 17,11

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In fiamme il Sito di interesse comunitario di Giancola: fumo e disagi sulla superstrada

BrindisiReport è in caricamento