Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

In una casa confiscata alla mala la nuova guardia medica di Villanova

E' stata inaugurata stamani la nuova postazione della guardia medica di Villanova, marina di Ostuni, realizzata all'interno dell'appartamento confiscato alla famiglia Prudentino

OSTUNI – E’ stata inaugurata stamani la nuova postazione della guardia medica di Villanova, marina di Ostuni, realizzata all’interno dell’appartamento confiscato alla famiglia Prudentino, al culmine di un procedimento nei confronti di una serie di beni acquisiti coi proventi di attività illecite. Alla cerimonia di taglio del nastro erano presenti il prefetto di Brindisi, Annunziato Vardé, il sindaco della Città Bianca, Gianfranco Coppola, il direttore generale dell’Asl Brindisi, Giuseppe Pasqualone, e i rappresentanti locali delle forze dell’ordine.

L’immobile sorge a pochi metri da un altro bene confiscato alla famiglia Prudentino: una vecchia pescheria che ospiterà la delegazione di Villanova della Capitaneria di porto. 

Inaugurazione guardia medica a Villanova-2

Il prefetto Vardé ha rimarcato “Il valore simbolico molto importante”, di questa inaugurazione, “perché dà l’esempio di cosa bisogna fare nella provincia di Brindisi, dove ci sono tantissimi beni confiscati, grazie all’ottimo lavoro fatto dall’autorità giudiziaria e dalle forze di polizia, che ha consentito di disarticolare la criminalità organizzata forte che c’è stata fino agli inizi degli anni 2000”.

Vardé in particolare fa riferimento all’operazione Primavera, che nel 2000 assestò un colto letale al contrabbando di sigarette.“A questa operazione di polizia – prosegue il prefetto - ha fato da contorno il sequestro di numerosi beni. Ma non basta la confisca. Bisogna dimostrare che lo stato sa utilizzare meglio di prima questi immobili”. 

Il sindaco Coppola ricorda la sua promessa “di avere un riguardo per comunità di Villanova e per il porto”. “Mi sto impegnando al massimo – afferma il primo cittadino - questo punto di guardia medica costituisce un tassello che va nella direzione che ho auspicato. Ora ci auguriamo di intercettare finanziamenti comunitari o regionali che ci permetteranno di far decollare questa realtà”. 

Gallery

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In una casa confiscata alla mala la nuova guardia medica di Villanova

BrindisiReport è in caricamento