Cronaca

Inciampa su un paletto divelto in via Carmine, cinquemila euro per il risarcimento

La sentenza del giudice di pace di Brindisi: “Colpa del Comune”. L’episodio risale al 22 dicembre 2012. L’Amministrazione condannata anche a pagare le spese legali

BRINDISI – Dovevano essere paletti a protezione dei pedoni, invece è successo che uno di quelli sistemati in via Carmine, a Brindisi, sia stato rimosso e che un brindisino sia caduto e si sia fatto male. La colpa? Del Comune, secondo il giudice di pace che ha condannato l’Amministrazione a pagare la somma di cinquemila euro a titolo di risarcimento danni.

La sentenza è stata pronunciata nelle scorse settimane e di  recente è stata notificata a Palazzo di città per gli adempimenti necessari perché spetta all’Ente cittadino mettere mano al bilancio per dare esecuzione alla decisione del giudice e pagare il debito nei confronti del pedone che ha vinto la causa, ottenendo anche il rimborso delle spese legali.

Tra onorario  e Iva il Comune deve aggiungere 1.850 euro e 95 centesimi all’importo di 5.204 e 43 centesimi dovuti al brindisino per il risarcimento dei danni chiesti in relazione alle lesioni riportate e documentate nel certificato medico depositato nel processo incardinato davanti al giudice di pace.

L’incidente è avvenuto il 22 dicembre 2012, l’atto di citazione è stato depositato il 17 ottobre 2013: il “paletto dissuasore di sosta era stato rimosso e non segnalato e sporgeva dalla sede stradale di cinque centimetri”. Doveva essere il Comune a provvedere alla sistemazione della strada. Non l’ha fatto e ora deve pagare.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Inciampa su un paletto divelto in via Carmine, cinquemila euro per il risarcimento

BrindisiReport è in caricamento