rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca

Incidente per un allarme rapina

BRINDISI – Si precipitano per sventare un tentativo di rapina in itinere alle poste del Casale, ma lungo via provinciale San Vito finiscono prima contro una Fiat Multipla e poi sfondano un muretto restando feriti. Non sono per fortuna gravi le condizioni di due carabinieri in servizio presso la compagnia di Brindisi, ricoverati all'ospedale Perrino dopo l'incidente nel corso dell'operazione di servizio. I due militari si stavano recando poco prima delle dieci all'ufficio postale del quartiere Casale di viale Duca Degli Abruzzi, dove qualche passante si era accorto di tre individui, con una sciarpa avvolta sulla faccia, che si aggiravano con fare sospetto probabilmente per mettere a segno una rapina.

BRINDISI - Si precipitano per sventare un tentativo di rapina in itinere alle poste del Casale, ma lungo via provinciale San Vito finiscono prima contro una Fiat Multipla e poi sfondano un muretto restando feriti. Non sono per fortuna gravi le condizioni di due carabinieri in servizio presso la compagnia di Brindisi, ricoverati all'ospedale Perrino dopo l'incidente nel corso dell'operazione di servizio. I due militari si stavano recando poco prima delle dieci all'ufficio postale del quartiere Casale di viale Duca Degli Abruzzi, dove qualche passante si era accorto di tre individui, con una sciarpa avvolta sulla faccia, che si aggiravano con fare sospetto probabilmente per mettere a segno una rapina.

Qualcuno avrebbe notato il calcio forse di un fucile a canne mozze spuntare dal giubbotto di uno dei tre, i quali probabilmente vista la notevole presenza di gente hanno desistito dal loro intento. Ma il testimone ha lanciato l'allarme. I militari si sono fiondati sul posto, percorrendo via provinciale San Vito, al quartiere Paradiso, a bordo di un'auto civetta, una Hyunday Accent. Stavano superando un incolonnamento di una decina di auto fermatesi per consentire ad una Fiat Multipla di passare un incrocio secondario ed immettersi in strada quando hanno urtato violentemente la vettura e dopo l'urto sono finiti contro il muro di protezione di un condominio al civico 148, sfondandolo.

"Non ci siamo accorti dell'auto che sopraggiungeva - dicono Lorenzo De Nitto, 29 anni e Salvatore Flora di 44 entrambi brindisini rispettivamente conducente e passeggero della Multipla - non avevano il lampeggiante e nemmeno hanno mostrato la paletta segnaletica. E' stato impossibile evitare l'impatto - aggiungono ancora in stato di shock ma in buone condizioni - speriamo che i carabinieri non si siano fatti male". I militari non corrono pericolo di vita ma avrebbero riportato diverse ferite, in particolare il conducente che ha rimediato anche un brutto colpo alla testa. Le sue condizioni sono in corso d'accertamento, l'altro è già stato dimesso, dei banditi, intanto, nessuna traccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incidente per un allarme rapina

BrindisiReport è in caricamento