Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Giovanni Pascoli

"Ecomafie la violenza all’uomo", se ne parlerà con De Nozza: cittadini invitati

L'Aneb (Associazione nazionale educatori emeriti) di San Pietro Vernotico, insieme alle associazioni Libera e Legambiente, chiama la cittadinanza ad un momento di riflessione profonda sulle Ecomafie

SAN PIETRO VERNOTICO – L’Aneb (Associazione nazionale educatori emeriti) di San Pietro Vernotico, insieme alle associazioni Libera e Legambiente, chiama la cittadinanza ad un momento di riflessione profonda sulle Ecomafie.  Invitando a relazionare sull’argomento “un protagonista nel nostro territorio della immane lotta all’ecomafia, il dottor Milto Stefano De Nozza, sostituto procuratore della Repubblica di Brindisi”. L’appuntamento è per lunedì 18 aprile alle 19 presso l’auditorium Sacri Cuori di via Pascoli a San Pietro Vernotico.

“La violenza contro l’ambiente e la Natura è anzitutto violenza contro l’uomo, supremo custode del Creato, che nel corso degli ultimi decenni ha platealmente abdicato a questo compito divenendo esso stesso artefice di tale incommensurabile delitto – si legge nella nota di presentazione dell’incontro - al duro e incessante stimolo alla green economy e alla filiera del riciclo, strumenti virtuosi per rimediare ai danni alla natura, fa da contraltare il traffico illecito di scarti e rifiuti che in Italia è in pericoloso aumento, da far coniare a Legambiente il triste neologismo di Ecomafie”.

“Nel 2011 in Italia sono stati accertati quasi 34mila reati ambientali, in aumento del 9,7 per cento rispetto al 2010, con un fatturato che si aggira intorno ai 16 miliardi e mezzo di euro: milioni di tonnellate di rifiuti speciali e pericolosi sequestrati, discariche abusive di amianto o di scarti di raffineria, traffici di materiale plastico, di copertoni, di fanghi industriali smaltiti dentro cave, rifiuti elettronici e rottami di auto spediti all’estero”.

"Negli ultimi dieci anni, invece, le inchieste giudiziarie aperte contro reati del genere sono ormai centinaia, con uno sforzo grande della magistratura per contrastare questo mostro orrendo che proietta negli anni futuri per i nostri figli le nefaste conseguenze sulla salute e sulla vita dell’uomo. Pertanto dopo l’incontro sulle problematiche dell’inquinamento territoriale della Centrale Federico II, questo evento costituisce un ulteriore un contributo che l’Aneb dà alla cittadinanza di San Pietro, invitata a meditare sui grandi temi di questo millennio, con lo spirito di chi vuole contribuire a migliorare le cose anche con la sola consapevolezza e conoscenza dei grandi problemi che affliggono la nostra Società".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Ecomafie la violenza all’uomo", se ne parlerà con De Nozza: cittadini invitati

BrindisiReport è in caricamento