Inseguimento e schianto: denunciato un brindisino, si cercano due fuggitivi

Una Fiat Brava con targhe rubate non si ferma all'alt della Polstrada sulla Lecce-Brindisi. A Torchiarolo impatto contro il guardrail

foto di repertorio

TORCHIAROLO – L’inseguimento si è concluso con uno schianto contro il guardrail. Serata ad alta tensione sulla strada statale 613 che collega Lecce a Brindisi, dove una pattuglia della Polizia Stradale di Lecce per chilometri ha tallonato una Fiat Brava con tre uomini a bordo. L’inseguimento ha auto inizio intorno alle ore 20:30 di ieri (martedì 12 gennaio) quando il conducente della vettura non si è fermato all’alt imposto dalla pattuglia della Polstrada. I fuggitivi, diretti verso Brindisi, hanno tentato di seminare le forze dell’ordine, percorrendo la statale a velocità folle.

Ma nei pressi dello svincolo per Torchiarolo il conducente ha perso il controllo del mezzo, finendo la sua corsa con un violento impatto contro il guardrail. In due sono riusciti a dileguarsi per le campagne prima dell’arrivo della polizia. Il terzo complice, invece, è rimasto intrappolato all’interno della Brava. Si tratta di un brindisino di 43 anni, A.L., già noto alle forze dell’ordine. Sul posto, in ausilio alla pattuglia salentina, si sono recanti anche i carabinieri. Le ricerche dei fuggitivi sono andate avanti fino a tarda sera. Da quanto appreso, l’auto aveva targhe che appartenevano a un veicolo rubato. Il 43enne è stato denunciato a piede libero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto si ribalta sulla provinciale: deceduto conducente

  • Nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo. La Puglia tornerà arancione

  • Muore a 19 anni dopo forti emicranie: indagati due medici del Perrino

  • Violento impatto fra auto e moto in città: un giovane in ospedale

  • Covid, "furbetti del vaccino": ispezione dei Nas al Perrino

  • Temperature in calo: allerta neve anche in provincia di Brindisi

Torna su
BrindisiReport è in caricamento