menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Iurlaro: "Turni di lavoro massacranti per il personale di Radiologia"

Il senatore Pietro Iurlaro (Ala) denuncia turni di lavoro massacranti per il personale del reparto di Radiologia dell’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana

FRANCAVILLA FONTANA – Il senatore Pietro Iurlaro (Ala) denuncia turni di lavoro massacranti per il personale del reparto di Radiologia dell’ospedale Camberlingo di Francavilla Fontana, con violazione della normativa che stabilisce almeno 11 ore  consecutive di riposo giornaliero fra un turno e l’altro.

Lo fa attraverso una lettera aperta inviata al direttore generale dell’Asl Brindisi, Goiseppe Pasqualone.  A detta di Iurlaro “sarebbero diverse, infatti, le richieste partite dai vari reparti alla direzione generale della Asl circa ripetute, continue e pedisseque violazioni della legge n.161 del 30.10.2014 in vigore dal 25.11.2015 (legge, appunto, che disciplina per i medici il riposo giornaliero di almeno 11 ore consecutive tra un turno e l’altro, con un tetto massimo di 48 ore di lavoro settimanali compreso lo straordinario e 24 ore di riposo settimanale)”.

“La realtà, specie, sembrerebbe, per quel che riguarda il reparto di Radiologia del citato nosocomio – prosegue Iurlaro - sarebbe ben diversa e Pietro Iurlaro-2in antitesi con quanto previsto dalla normativa vigente, ma anche, ho idea, con i più banali principi di gestione delle risorse umane di qualsiasi azienda. Specie quella Sanitaria in oggetto che, forse, più di altre, richiede personale certamente preparato e competente, ma anche attento, fresco, riposato. Insomma, messo nelle condizioni di affrontare il lavoro in un giusto contesto e in un giusto clima”.

Iurlaro sostiene che il contesto del reparto di Radiologia del Camberlingo “sarebbe compromesso da una gestione della risorse umane ben lontana tanto dai dettami della legge, quanto dalla decenza e dal rispetto che si deve sia ai professionisti sia all’utenza”.

“Si racconta, alla meglio – si legge nella lettera del senatore -  di riposi ogni 15 giorni e, quindi, del mancato rispetto del giorno di riposo settimanale, con massacranti turni di anche 10 ore consecutive al giorno e, quindi, di mancata osservanza del riposo, anch’esso obbligatorio, di 11 ore tra un turno e l’altro, frutto di un uso insensato della pronta disponibilità dei medici”. “A ciò si aggiunga l’impossibilità di programmare e usufruire dei giorni di ferie e, anche, di un monte ore annuale di straordinario che, in taluni casi, supererebbe le 250 ore”.

Per Iurlaro si tratta di “numeri francamente agghiaccianti che, per quanto è dato sapere dallo scrivente, non si rifletterebbero su altri presidi ospedalieri della provincia di Brindisi. Francavilla, il Camberlingo e, specialmente, il reparto di radiologia rappresenterebbero, insomma, una sorta di unicum, invero piuttosto triste a fronte delle eccellenze lavorative che, in quel nosocomio, operano con passione e dedizione”.

“Lo scrivente – scrive Iurlaro rivolgendosi a Pasqualone - ben comprende le carenze di organico, i tagli alla sanità e le misure striminzite di una coperta evidentemente troppo corta. Ma la comprensione non deve essere, neppure, una giustificazione da coltivare sulle spalle del personale e sul sacrificio, umano e professionale, dei medici in forza al Camberlingo e delle loro famiglie”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Il razzo spaziale cinese cade vicino alle Maldive: Puglia "risparmiata"

Attualità

Arresto lampo dopo l'omicidio, il prefetto: "Un plauso alla polizia"

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    A fuoco chiosco del pane, paura al quartiere Paradiso

  • Green

    Bandiera Blu 2021: ecco le migliori spiagge nel Brindisino

  • Emergenza Covid-19

    Covid: inarrestabile discesa dei ricoveri, ma ancora troppi decessi

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento