menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'hascisc era nella cappa del caminetto: arrestato per spaccio

Perquisizione dei carabinieri del Norm della compagnia locale, con i cani antidroga, in casa di un sospettato di 35 anni

SAN VITO DEI NORMANNI – Arrestato, al termine di una perquisizione domiciliare condotta dai carabinieri del Norm della compagnia locale, un uomo di 35 anni di San Vito dei Normanni trovato in possesso di poco meno di 70 grammi di hascisc, Roberto Calò. I militari del Nucleo operativo e radiomobile si sono presentati ieri lunedì 8 aprile a casa del Calò , appoggiati da un’unità del Nucleo cinofili di Modugno, con i cani One ed Eni. Evidentemente la persona in questione era al centro di precisi sospetti, legati all’attività investigativa del Norm sulla rete di spaccio nella cittadina.

Calò Roberto classe 1983-2I carabinieri hanno trovato in un cassetto nella stanza d’ingresso dell’abitazione 4,8 grammi di hascisc. Il resto è stato individuato e sequestrato durante i controlli in cucina. Una stecca di 62,9 grammi della stessa sostanza stupefacente era stata occultata nella cappa del caminetto, assieme al bilancino elettronico utilizzato per suddividere in dosi l’hascisc. D’intesa con il magistrato di turno alla Procura della Repubblica di Brindisi, Roberto Calò è stato assegnato agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida davanti al giudice delle indagini preliminari.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Lutto per l'arcivescovo Satriano, è deceduta la mamma Giovanna

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento