Cronaca

Tre brindisini arrestati per contrabbando, stalking e reati urbanistici

Tre brindisini sono stati arrestati ieri dal personale della Squadra Mobile, su ordini di carcerazione in due caso, e nell'altro per una sostituzione della misura cautelare disposta dalla magistratura competente

BRINDISI - Tre brindisini sono stati arrestati ieri dal personale della Squadra Mobile, su ordini di carcerazione in due caso, e nell'altro per una sostituzione della misura cautelare disposta dalla magistratura competente. Su ordine ci carcerazione per espiare un residuo di pena di un anno di reclusione, è stato arrestato l'ex contrabbandiere D. T. di 59 anni. Il provvedimento giunge dall'ufficio esecuzioni penali della procura di Napoli. D.T. era stato condannato in via definitiva a quattro anni proprio per attività connesse al traffico di sigarette in Svizzera, Puglia, Montenegro e Grecia. Il conto finale è arrivato anche a A. D. di 46 anni, che deve scontare due mesi di arresto per reati connessi a volazioni urbanistiche, accertati a Brindisi sino al settembre del 2012. 

Infine, i poliziotti della Mobile hanno arrestato e trasferito in carcere A.S. di 39 anni, su disposizione del giudice delle indagini preliminari che ha revocato il beneficio degli arresti domiciliari ordinando il proseguimento della custodia cautelare in carcere. Sacco è imputato di vari episodi commessi nel 2015 e consistenti in atti persecutori, violenza privata, lesioni personali e danneggiamento aggravati dal porto di oggetti atti ad offendere in cui la vittima è stata la persona cui era legato da relazione sentimentale, continuamente minacciata, molestava, ingiuriata e percossa. Dopo le formalità di rito, gli operatori della Squadra Mobile hanno trasferito gli arrestati presso la Casa Circondariale di Brindisi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tre brindisini arrestati per contrabbando, stalking e reati urbanistici

BrindisiReport è in caricamento