rotate-mobile
Giovedì, 27 Gennaio 2022
Cronaca

La "Larks" non riparte più: impegnata unità di crisi ambasciata per i rientri dalla Grecia

Con una mail di quattro righe inviata alle agenzie di viaggio che hanno effettuato il booking per il traghetto Larks, la Egnatia Seaways dalla sua sede di Nea Smirni ad Atene informa che tutte le partenze della stagione estiva della nave (che si conclude il 7 settembre) sono annullate

BRINDISI – Con una mail di quattro righe inviata alle agenzie di viaggio che hanno effettuato il booking per il traghetto Larks, la Egnatia Seaways dalla sua sede di Nea Smirni ad Atene informa che tutte le partenze della stagione estiva della nave (che si conclude il 7 settembre) sono annullate, scusandosi per l’accaduto dovuto a causa di forza maggiore, cioè il guasto alle macchine della nave di cui ormai tutti sono al corrente. La compagnia invita pertanto gli agenti di viaggio ad informare di ciò i rispettivi clienti. E tanti saluti.

Come previsto, non rivedremo mai più la Larks a Brindisi, né la rivedranno le centinaia di passeggeri che avevano prenotato partenze e rientri anche nelle settimane sino al 7 settembre. La patata bollente è rimasta nelle mani di chi si sta prodigando anche oggi per affrontare l’emergenza, e dei tour operator che a proprie spese stanno cercando e offrendo soluzioni alternative con altre compagnie (ovviamente a chi accetta). E’ previsto dalla normativa vigente, ma ciò non toglie che a Brindisi su questo fronte ognuno si stia muovendo al massimo delle proprie possibilità.

Il traghetto Larks-2Contatti, nel primo pomeriggio, tra il comandante della Capitaneria di Porto, Mario Valente (che si sta occupando soprattutto della gente già rimasta bloccata in Grecia, o in procinto di esserlo nei prossimi giorni), e l’ambasciata italiana ad Atene per evitare gravi disagi ai turisti che prima del 7 agosto avevano raggiunto Corfù, Igoumenitsa, Zante e Cefalonia.

Ci sono più opportunità per tornare in un porto italiano sia da Patrasso che da Igoumenitsa, dato il numero di navi che collegano queste città a Bari ed Ancona, e Brindisi. Ma bisognerà fare i conti con il pienone che si registra anche a fine vacanze. Insomma, la partita resta difficile. Sottotraccia, si preparano le azioni legali nei confronti della compagnia greca. Un’altra delle ragioni per le quali la Larks molto difficilmente tornerà a Brindisi, anche se un pignoramento è possibile anche in Grecia, nel caso gli armatori non risarciscano i tour operator e gli altri aventi diritto. In ogni caso, la vicenda si chiuderà comunque in netta perdita per il porto di Brindisi ed i suoi operatori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "Larks" non riparte più: impegnata unità di crisi ambasciata per i rientri dalla Grecia

BrindisiReport è in caricamento