Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Latiano

In giro in auto senza comprovate esigenze e senza patente: in due nei guai

Gli agenti del commissariato di Mesagne hanno fermato due 21enni. Erano su un'auto noleggiata, hanno violato le norme anti-Covid

LATIANO - In barba alle norme anti-Covid erano in giro in auto. E il guidatore non aveva la patente. La scorsa notte, tra il 17 e il 18 marzo, gli agenti della squadra volante del commissariato di pubblica sicurezza di Mesagne, durante il servizio di controllo del territorio, ha individuato e controllato un'autovettura, con a bordo due ventunenni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, che si aggiravano in maniera furtiva nel cuore della notte nel centro abitato del comune di Latiano.

L'autista dell'autovettura, residente a San Pietro Vernotico, all'esito del controllo è risultato sprovvisto di patente di guida perché mai conseguita e pertanto è stato sanzionato ai sensi dell'articolo 116 del Codice della Strada per guida senza patente. Ai due - l'altro è residente a Latiano - è stata contestata la violazione delle disposizioni previste dal Dl 19/2020 e successive modifiche (misure urgenti per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19) per lo spostamento senza comprovate esigenze.

Da ulteriori accertamenti l'autovettura, una Fiat Grande Punto, è risultata essere stata noleggiata nella stessa serata da una ditta di noleggio, il cui proprietario è stato sanzionato per incauto affidamento della stessa a un soggetto privo del titolo di guida. Continua l’attività degli uomini della polizia di Stato del commissariato di di Mesagne, disposta dal questore della provincia di Brindisi, per la prevenzione e la repressione del fenomeno dei reati predatori e per il rispetto della vigente normativa sul contenimento dell'emergenza epidemiologica, con particolare attenzione al divieto di assembramento e al divieto di spostamento se non per comprovate esigenze.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In giro in auto senza comprovate esigenze e senza patente: in due nei guai

BrindisiReport è in caricamento