Minaccia datore di lavoro con coltello e roncola: bloccato dai carabinieri

Denunciato a piede libero un 25enne originario della Romania. Ha agito per futili motivi, in preda ai fumi dell'alcool

SAN DONACI – In preda ai fumi dell’alcool, ha minacciato con un coltello e una roncola il suo datore di lavoro. Un 25enne originario della Romania è stato denunciato a piede libero per minaccia aggravata. L’episodio si è verificato nella giornata di ieri a San Donaci. Sul posto si sono recati i carabinieri della locale stazione. Lo straniero era in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuto all’assunzione di sostanze alcoliche. L’aggressione sarebbe scaturita per futili motivi. Una volta fermato dai militari, è stato condotto presso l’ospedale Perrino di Brindisi per gli accertamenti del caso. Sia il coltello che la roncola sono stati sottoposti a sequestro. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz della Polizia contro la Scu: otto arresti fra Brindisi e Mesagne

  • Uccisa in casa insieme al fidanzato: lavorava all'Inps di Brindisi

  • Covid: 12 positivi dopo un ricevimento, chiuso un asilo nido

  • Regionali, Amati il più votato: ecco tutte le preferenze nel Brindisino

  • Elezioni regionali, amministrative e referendum: l'affluenza finale

  • In auto con 18 chili di cocaina: sequestro da due milioni nel Brindisino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BrindisiReport è in caricamento