rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca

Le comunità africane sfilano contro il razzismo: "La violenza non ha colore"

Messaggi all'insegna della fratellanza e del rispetto delle regole sono stati lanciati nel corso della manifestazione anti razzista che oggi pomeriggio si è svolta a Brindisi, a seguito delle aggressioni del 19 ottobre

BRINDISI – “No a ogni forma di violenza e ingiustizia”. Con questo invito alla fratellanza e alla tolleranza, le comunità africane di Brindisi oggi pomeriggio (sabato 27 ottobre) hanno sfilato da piazza Cairoli a piazza Vittoria, accompagnate da diverse associazioni che operano nel sociale. 

I migranti hanno condannato le aggressioni razziali ai danni di un 20enne del Senegal, Bakkari, e del segretario della comunità cittadina del Ghana, Elija, perpetrate la sera del 19 ottobre, e allo stesso tempo prendono le distanze dal cittadino della Guinea che la mattina 19 ottobre ha danneggiato diverse auto in sosta in via Bastioni San Giorgio e dai responsabili di una presunta violenza sessuale (episodio ancora da chiarire) ai danni di una 15enne, avvenuta sempre la mattina del 19 ottobre, al rione Commenda.

92fa7b69-0cf9-4816-a48b-971473a5afd1-2

I manifestanti, nel percorrere pacificamente corso Umberto, scortati dalle forze dell’ordine, dicono “No discriminazione”, “No alla violenza”, “Sì alla pace e alla fratellanza”, “Sì all’amicizia”. La Collettiva Tfq di Brindisi dice “No alle ronde, non vogliamo nessuna ‘protezione’ dai picchiatori di innocenti’”. Sempre la Collettiva chiede “Giustizia per Desirè (la 16enne stuprata e uccisa a Roma, ndr)e giustizia per tutte le donne assassinate da uomini”.

Manifestazione contro il razzismo 6-2-2

Fra i volti del corteo si scorge anche quello di Elija, la cui spalla destra, presa a bastonate all’imbocco del sottopassaggio di via Appia, è ancora fasciata. Elija, nelle vesti di segretario della comunità cittadina del Ghana, lancia un messaggio distensivo. “Vogliamo essere amichevoli – afferma - con tutte le persone, evitare le discriminazioni, cercare l’amore vero l’altro. E’ con l’amore che può crescere questa città”. Elija dice di non aver paura per se stesso, ma di per la moglie e i figli, soprattutto quando escono la sera, un pizzico di apprensione c’è.

Il videoservizio sulla manifestazione

Manifestazione contro il razzismo 3-2

“Siamo un po’ agitati – ammette Drissa, rappresentante della comunità del Mali – ma non abbiamo paura, perché le forze dell’ordine (con l'arresto dei presunti autori delle aggressioni a sfondo razziale, ndr) ci hanno fatto capire che c’è una giustizia e che possiamo stare tranquilli”. “Il lavoro che hanno fatto (le forze dell’ordine, ndr) è bellissimo. Ringrazio tutti i brindisini che hanno portato la loro solidarietà a noi in questo momento triste. Ringrazio tutti, dal sindaco ai movimenti. Non abbiamo mai abbassato la voce. Vogliamo solo giustizia, nel rispetto delle regole”.

Manifestazione contro il razzismo 2-2

Drissa non nasconde di aver percepito “un atteggiamento ostile da parte della gente nei nostri confronti”. “Perché oggi – prosegue - abbiamo un governo che continua ad alimentare l’odio razziale. Il clima è cambiato. Questo non significa che noi non dobbiamo lottare. Dobbiamo combattere allo stesso modo tutte le forme di ingiustizia”. “Criminalità, ignoranza, violenza – afferma ancora Drissa - non hanno un colore. Sono certo che vinceremo contro ogni forma di ignoranza e violenza, grazie alle persone che si stanno impegnando notte e giorno per difendere i diritti dei deboli”. 

Manifestazione contro il razzismo 4-2

Karim, altro esponente della comunità del Mali, spera che le cose cambino, “perché così non non possiamo più stare tranquilli”. “Hai sempre il pensiero – afferma - che qualcuno ti possa aggredire. L’umanità viene prima di ogni cosa”. Per questo, se si ritrovasse faccia a faccia con i due brindisini arrestati per i pestaggi razzisti del 19 ottobre, Karim gli direbbe di “non rispondere alla violenza con violenza. Bisogna seguire la giustizia. Gli inviterei a stare calmi e di confidare nella giustizia”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le comunità africane sfilano contro il razzismo: "La violenza non ha colore"

BrindisiReport è in caricamento