rotate-mobile
Sabato, 28 Gennaio 2023
Cronaca San Pietro Vernotico

Lezioni sulla legalità economica. Progetto concluso con successo

Anche nella scuola media Don Minzoni,di San Pietro Vernotico, lezioni sulle sostanze stupefacenti e simulazioni degli interventi dei cani anti droga. Si è conclusa così nella giornata di ieri la seconda edizione del progetto "educazione alla legalità economica 2014" nato da un protocollo d'intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca

SAN PIETRO VERNOTICO – Anche nella scuola media Don Minzoni, lezioni sulle sostanze stupefacenti e simulazioni degli interventi dei cani anti droga. Si è conclusa così nella giornata di ieri la seconda edizione del progetto “educazione alla legalità economica 2014” nato da un protocollo d’intesa tra il Comando Generale della Guardia di Finanza ed il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca finalizzato far maturare nei giovani delle scuole primarie e secondarie la consapevolezza del valore della legalità economica.

Particolare attenzione è stata posta alla prevenzione all'evasione fiscale e allo sperpero delle risorse pubbliche, alle falsificazioni, alla contraffazione, nonché all'uso e allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Quest'ultimo aspetto è quello ampiamente analizzato e discusso nelle scuole del territorio, dove sempre più frequenti sono gli episodi di cessione e uso di droga.

La lezione di ieri, così come quella di qualche settimana fa nell'aula magna dell'istituto tecnico commerciale “De Marco-Valzani”, è stata tenuta dal comandante della tenenza di San Pietro Vernotico, il luogotenente Alfredo Proto, dal brigadiere Nicodemo Sebaste, dal brigadiere Francesco Spinelli, responsabile delle unità cinofile antidroda Gruppo Brindisi e dell'appuntato scelto Gianluca Tommasi, conduttore cane antidroga Gruppo Brindisi.

Anche ieri, al pubblico adolescente, i finanzieri hanno parlato delle tipologie delle sostanze stupefacenti e attraverso la riproduzione di materiale audiovisivo hanno prospettato ai giovani studenti tutti i rischi e le conseguenze derivanti dall'uso della droga, ma anche della pirateria audiovisiva, dei danni provocati alla salute dei materiali contraffatti e dell'importanza dei brevetti. Nel piazzale antistante la scuola, poi, è stata svolta anche la dimostrazione di un controllo l'auisilio delle unità cinofile. Il cane antidroga Ansa, femmina di due anni, ha catturato l'attenzione di tutti gli studenti.

L'incontro nell'istituto tecnico “De Marco-Valzani”, invece, ha riscosso un inaspettato successo: gli studenti, nei giorni successivi al colloquio con i finanzieri hanno dimostrato maggiore sensibilità ai temi della droga.

Soddisfatto dei quattro incontri tenutisi tra San Pietro e Torchiarolo, il comandante Alfredo Proto: “Ho trovato ragazzi molto preparati e attenti che hanno posto domande pertinenti e interessanti, si è trattato di un percorso importante dal punto di vista educativo specie sotto l'aspetto dell'uso di sostanza stupefacenti, purtroppo sempre più dilagante tra i giovani”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lezioni sulla legalità economica. Progetto concluso con successo

BrindisiReport è in caricamento