menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'albero di Natale in Centro

L'albero di Natale in Centro

Luminarie di Natale, il Comune richiama Energeko: “Delusi dagli allestimenti”

Sopralluogo e confronto con l’oggetto del servizio affidato per 34mila euro: differenze per le tende luminose e albero in Centro. Intanto Galati si dimette

BRINDISI –  Altro che Natale di serenità. A Palazzo di città sono andati su tutte le furie dopo aver visto le luminarie costate 34mila euro perché si è scoperto che ci sono differenze rispetto a  quelle oggetto dell’affidamento. Sono in tono minore, se confrontate con gli allestimenti proposti dalla società Nuova Elettro Luminarie srl di San Donaci all’Energeko, la partecipata alla quale il Comune ha delegato la fornitura.

albero-4

Le differenze

Mancano all’appello le tende luminose previste lungo i corsi e l’albero di Natale con installazioni interne. O meglio: ci sono sì, ma non corrispondono alla fornitura pattuita. E nessuno sa per quale motivo la consegna sia stata differente. Ma le differenze sono impossibili da tacere, soprattutto se c’è un impegno contrattuale. Con costi a carico del bilancio comunale.

La stella cometa

Nulla quaestio, invece, per la stella cometa allestita in piazza Duomo: è esattamente come quella che è stata proposta dalla ditta Nuova Elettro Luminosa di San Donaci alla Energeko. Il resto degli allestimenti, invece, ha deluso e parecchio amministratori e dirigenti di Palazzo di città. Oltre che i brindisini. Basti vedere i commenti pubblicati sui social e le differenze evidenziate rispetto alle luminarie installare nelle città vicine. Lecce, solo per fare un esempio.  Oppure Oria. A Brindisi, invece, le cose sono andate diversamente.

stella cometa-2

Il sopralluogo

Questa mattina ci sarebbe stato anche un sopralluogo alla ricerca delle differenze tra quanto è stato allestito in Centro e quello che oggetto del contratto di fornitura. Quel che manca è stato messo nero su bianco ed è stato spedito all’amministratore unico dell’Energeko, Antonio Galati, finito qualche giorno fa nell’occhio del ciclone, dopo che è venuta a galla la relazione che lo stesso ingegnere scrisse lo scorso mese di luglio sullo stato della partecipata e sul personale. Oggi Galati ha rassegnato le dimissioni:

Le dimissioni di Galati

antonio galati energeko-2“Tale decisione - scrive - deriva da situazioni di natura personale che non mi consentono più di assolvere agli impegni richiesti da tali funzioni”. Ai sensi nella normativa del Codice civile, Galati dovrà restare in carica fino alla sua sostituzione. A tal proposito l’amministrazione comunale in questi giorni pubblicherà un bando pubblico per reperire il nuovo amministratore della società. Nel frattempo, avendo Galati rassegnato le dimissioni anche responsabile tecnico della Energeko, l’amministrazione incaricherà un tecnico comunale per la copertura della posizione.

La contestazione

La contestazione, in ogni caso, è stata spedita dal settore Cultura, a firma del dirigente Nicola Zizzi, dopo aver consegnato al sindaco Riccardo Rossi, in qualità di titolare della delega, e all’assessore alle Attività produttive, Oreste Pinto, il risultato della verifica. L’Amministrazione, quindi, chiede spiegazioni e aspetta una risposta a stretto giro dall’Energeko.

Gli interrogativi

Possibile che nessuno della società abbia confrontato gli allestimenti forniti con quelli oggetto del contratto? Come mai non è stato eseguito alcun controllo? Eppure l’oggetto del servizio era ed è chiaro, essendo state precisate le caratteristiche delle luminarie. La società di San Donaci ha anche allegato alcune fotografie. “Immagini tipo allegate”, si legge nell’oggetto del servizio.

Il contratto

Stando al contratto, gli allestimenti avrebbero dovuto essere realizzati in “corso Garibaldi, da piazza del Popolo sino a via del  Mare, con tende luminose a led con flash; in corso Umberto da piazza del Popolo in piazza Cairoli, con tende luminose a led con flash; corso Roma da piazza del popolo a via Saponea, tende luminose a led con flash”. Copia è disponibile sul sito della società Energeko.

“In piazza del Popolo albero con luci di metri dieci, in piazza Vittoria allestimento di 15 alberi con torciglioni luminosi, in piazza Cairoli venti alberi con torciglioni luminosi; via Santi vestitura di quattro lampioni e via Duomo quattro stelle”. In piazza Duomo la “stella tridimensionale di sei metri con coda di 14” è stata regolarmente posizionata.

tende-luminose-300x199-2

Il costo

Il corrispettivo del servizio, al netto della fornitura dell’energia elettrica che resta a carico del Comune di Brindisi, è pari a 34mila euro iva inclusa. “L’importo è comprensivo degli allacci provvisori e di tutte le spese di allestimento e smantellamento, con trasporto di tutto il materiale utilizzato, il riordino e la pulizia dell’area utilizzata, nonché di quelle per i vari permessi previsti dalle leggi vigenti e quelle relative al vitto all’alloggio dei tecnici occorrenti alla buona riuscita degli allestimenti”.

La liquidazione, stando al contratto, “avverrà conformemente alle disposizioni di legge, entro 90 giorni, dalla presentazione della fattura a seguito del regolare adempimento”. Cosa succederà adesso? Il Comune attende una risposta dalla società Energeko.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Asl Brindisi: avviso pubblico per l'incarico di direttore generale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento