menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Marciapiede invaso da deiezioni canine: "Situazione vergognosa"

Completamente interdetto a pedoni e carrozzine l’ampio marciapiede di via Ennio che costeggia la casa circondariale di Brindisi: è disseminato di escrementi di cane

BRINDISI – Completamente interdetto a pedoni e carrozzine l’ampio marciapiede di via Ennio che costeggia la casa circondariale di Brindisi: è disseminato di escrementi di cane.

Un’indecenza se si considera, da quanto segnala un lettore, che le deiezioni sono quasi tutte “secche”. Non solo regna l’inciviltà di chi porta a spasso gli amici a quattro zampe ma anche la strafottenza degli addetti alle pulizie.

Da anni i marciapiedi che costeggiano la casa circondariale di Brindisi sono ostaggio dell’inciviltà. Nessuno si è ancora attivato concretamente per risolvere questo problema. Eppure il carcere è situato nel centro abitato, in una zona (via Appia) molto frequentata per la massiccia presenza di negozi, uffici, ma anche scuole. Chi percorre via Ennio, però, nonostante il largo e comodo marciapiede di cui è dotata o deve fare lo slalom tra le deiezioni canine o camminare nel traffico mettendo a rischio la propria incolumità.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento