menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Mercatino di Natale, no del Comune a cibi cotti alla brace o fritti

L’assessore: “Motivi di sicurezza”. Per 19 casette 20mila euro. Festa in piazza per fine anno

BRINDISI – No ai cibi cotti alla brace e no a quelli fritti. Divieto anche di portare bombole a gpl nelle casette di legno per il mercatino di Natale che quest’anno, per la prima volta, sarà organizzato dal Comune senza l’intermediazione di associazione di categorie.

I divieti

Oreste Pinto-3“Si tratta di misure decise dall’Amministrazione per motivi di sicurezza”, spiega l’assessore alle Attività produttive, Oreste Pinto, all’indomani della pubblicazione dell’avviso pubblico per l’assegnazione dei box. “Non si tratta di divieti contro qualcuno, ma per esigenze di carattere generale poiché i box scelti per il mercatino saranno casette di legno di piccole dimensioni”, tiene a sottolineare il titolare della delega.

“La preoccupazione del Comune è garantire la riuscita della manifestazione nel pieno rispetto delle disposizioni di legge in materia di sicurezza". Impossibile, quindi, pensare alla presenza di quella categoria di commercianti. Di conseguenza resterà fuori chi frigge pettole e panzerotti e chi vende carne alla brace. Qualcuno ha trovato ospitalità altrove, nel Salento o nel Barese, in occasione di sagre ed eventi per il Natale.

“Nel centro di Brindisi, in ogni caso, la presenza di questa categoria di ambulanti, non sarebbe possibile a prescindere dal mercatino per Natale, perché esiste un regolamento che lo vieta”, precisa l’assessore.

I canoni di affitto

Via libera, invece, per i commercianti e gli  ambulanti dei settori alimentari e non, così come per gli hobbisti e gli artigiani: potranno chiedere l’affitto delle casette a fronte di un canone pari a 400 euro, per i periodo di tempo compresi tra il primo dicembre e il 12 dicembre e per quello compreso tra Santo Stefano e l’Epifania. Cinquecento euro, invece, per il periodo centrale, quello che va dal 13 al 25 dicembre.

In ogni caso, l’importo dovrà essere versato anticipatamente. La somma è comprensiva di qualsiasi onere, anche della Tosap. Il termine ultimo per la presentazione delle domande è il 29 novembre, alle 16.

La spesa

Il Comune ha impegnato quasi ventimila euro, oltre Iva, per coprire il costo necessario al noleggio di 19 casette. L’appalto comprende la fornitura di energia elettrica, la guardiania e la polizza per danni a terzi. Le istanze dovranno pervenire entro le ore 10 del prossimo 26 novembre.

La prossima settimana dovrebbe essere presentato il programma degli eventi per le festività natalizie. Nel calendario la festa in piazza Vittoria per il brindisi di fine anno e il saluto al 2019.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento