Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca Via Bologna

Incendio doloso distrugge Punto di operaio, danni anche ad altre auto

Due auto distrutte, una terza danneggiata, il prospetto di un’abitazione e un palo della pubblica illuminazione anche danneggiati. Fumo nelle case e per strada. Notte di fuoco quella tra ieri e oggi lunedì 25 gennaio per i residenti di via Bologna a Mesagne dove la Fiat Punto di un operaio di 31 anni

MESAGNE – Due auto distrutte, una terza danneggiata, il prospetto di un’abitazione e un palo della pubblica illuminazione anche danneggiati. Fumo nelle case e per strada. Notte di fuoco quella tra ieri e oggi lunedì 25 gennaio per i residenti di via Bologna a Mesagne dove la Fiat Punto di un operaio di 31 anni, è stata incendiata e le fiamme si sono propagate su una Citroen Saxo, sulle imposte di un’abitazione, su una terza vettura e sul palo della pubblica illuminazione.

Il rogo, che ha destato preoccupazione in molti residenti della zona, specie in coloro che vivono nella casa danneggiata, è stato domato dai vigili del fuoco. La richiesta di intervento alla sala operativa è giunta pochi minuti dopo la mezzanotte, sul posto si sono recati anche gli agenti del locale commissariato di polizia. Anche se i vigili del fuoco non hanno trovato evidenti tracce di dolo, nella mattinata di oggi è stato eseguito un ulteriore sopralluogo da parte dei poliziotti. Sul posto si è recata la stessa dirigente del commissariato, il vicequestore Rosalba Cotardo, che ha raccolto, insieme ai suoi uomini tutti gli elementi necessari per fare chiarezza sulla vicenda. È emerso che l’incendio non si è sviluppato per un corto circuito, che sono partite dalla Fiat Punto dell’operaio e che poi hanno investito il veicolo parcheggiato accanto. Sono stati visionati i fotogrammi delle telecamere installate nella zona, che hanno ripreso il momento in cui è scoppiato il rogo. Indagini sono state avviate per individuare il responsabile. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio doloso distrugge Punto di operaio, danni anche ad altre auto

BrindisiReport è in caricamento