menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multiservizi, Energeko e Farmacia, nuova selezione: sceglie il commissario

Dopo l'azzeramento delle nomine, bando per la scelta dei nuovi amministratori delle partecipate: i candidati saranno valutati da una commissione per titoli, in audizione pubblica. Domande entro il 19 giugno

BRINDISI  - Nuova rotta per le società partecipate del Comune di Brindisi, dopo l’azzeramento dei vertici nominati dall’ex sindaca Angela Carluccio: il commissario ha avviato la ricerca, tecnica e non politica, per i nuovi amministratori delle srl Multiservizi, Energeko e Farmacia. La selezione, per titoli, sarà affidata a una commissione esaminatrice composto da tre presone, indicate dallo stesso commissario Santi Giuffrè. Per la presentazione delle domande c’è tempo sino al prossimo 19 giugno (entro le ore 12).

Le istanze saranno valutate sulla base dei curricula dei candidati per arrivare a una scrematura in grado di ridurre il numero dei candidati a cinque e proseguire con il passaggio successivo costituito dall’audizione pubblica a cui possono partecipare anche i cittadini. L’ingresso è pubblico, ma non sarà possibile intervenire per rivolgere domande. Esattamente come è avvenuto durante l’Amministrazione Carluccio. Per lo meno nella forma, perché la procedura è la stessa. Ma restano ancora attuali le contestazioni sollevate dai consiglieri di opposizione, gli stessi che hanno maturato la decisione di rassegnare le dimissioni assieme a un esponente della maggioranza, determinando la caduta dell’Amministrazione. La sostanza, invece, è differente dal momento che adesso non ci sono, né possono esserci contaminazioni di natura politica. 

La nuova selezione è stata resa nota nella giornata di oggi, 9 giugno, a distanza di meno di 24 ore dall’azzeramento delle nomine di Vito Camassa per la Multiservizi, Teresa Bataccia per la Farmacia e Giovanni Ribezzi per l’Energeko. I vincitori della selezione pubblica saranno alla guida delle società partecipate sino all’insediamento della nuova Amministrazione: all’orizzonte, quindi, ci sono undici mesi di lavoro per la gestione delle partecipate.

Per la Multiservizi resta il nodo legato agli ultimi bilanci perché restano da approvare quelli del 2015 e del 2016, dopo l’ennesima perdita contabilizzata nel 2014 per un milione e trecentomila euro.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vita da vegana: "Non sono estremista, rispetto i più deboli e l'ambiente"

Attualità

Consorzio Asi: l'avvocato Vittorio Rina è il nuovo presidente

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BrindisiReport è in caricamento